Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
3 feb

Affari di cuore, c’è Pescara-Lazio per Ciro & Jessica: derby in famiglia

Il posto dell’anima e quello del cuore. Il primo per Ciro Immobile è Torre Annunziata dove è nato, il secondo è Pescara dove ha trovato l’amore. Perché lì il centravanti della Lazio ha conosciuto la sua bellissima Jessica, poi sposata nel 2014 nel paese di lei, Bucchianico. Periodo magico, quello, per Ciro il Grande: aveva appena conquistato il titolo di capocannoniere di Serie A con 22 gol, nel Torino. E due stagioni prima ne aveva segnati 28 (in 37 gare) nel mitico Pescara di Zeman che vinse il campionato di B regalando spettacolo.

Proprio nella città abruzzese, domani Immobile vuole tornare a colpire, mettendo da parte sentimenti e ricordi. In attesa di quelli con la Roma, deve vincere il derby in famiglia. E ritrovare il gol, appunto, dopo un paio di settimane a digiuno causa squalifica (contro il Chievo) ed errori di mira (contro l’Inter). Però al Meazza il suo contributo è stato importante lo stesso: si è procurato infatti il decisivo rigore del 2-0, lasciato a Biglia perché per una volta il gol serviva più al tormentato regista argentino.

Ha voglia di fare 13, Ciro, domani all’Adriatico. È arrivato a quota 12 reti stagionali, 11 in campionato e quello in Coppa contro il Genoa. Inzaghi lo ripresenterà al centro del tridente, con Felipe Anderson e Lulic ai lati e Milinkovic pronto ad affiancarlo in area. Inizialmente, Keita andrà in panchina. Ma il senegalese avrà spazio nella ripresa, il tecnico è felice del suo ritorno. E a Biglia chiede di ripetere la super prestazione di Milano, con Parolo a dargli una mano a centrocampo.

In difesa Basta a destra, Radu a sinistra e Wallace in vantaggio su Hoedt come

partner di de Vrij al centro. Dall’altra parte, emozioni forti anche per l’ex capitano biancoceleste Massimo Oddo: è nato a Pescara e guida la squadra della sua città, ma è legatissimo a Roma e alla Lazio, che è stata casa sua per 5 anni (2002-2007). Inzaghi ha giocato con lui e lo stima come allenatore, domani però deve batterlo per tornare a vincere anche in campionato. Per sentimenti e ricordi lo spazio ci sarà, ma prima e dopo la partita.

es_ES
it_IT
en_US