Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
8 nov

Aprilia, “sposti la macchina” e la madre picchia vigilessa davanti scuola

Prima insultata e poi picchiata senza che nessuno alzasse un dito a sua difesa. E tutto per aver detto a una mamma, davanti a una scuola, di spostare l’auto parcheggiata in doppia fila, che creava problemi al traffico e ostruiva l’accesso all’istituto. Vittima dell’episodio di violenza, questa mattina ad Aprilia, centro industriale del nord della provincia di Latina, è stata una vigilessa.

La vigilessa era in servizio davanti alla scuola di via Selciatella, alla periferia della città, quando un’auto si è fermata davanti all’ingresso del plesso scolastico. L’uomo che era alla guida è sceso, accompagnando il figlio a scuola, e in auto è rimasta la mamma del bambino. A quel punto la vigilessa ha detto alla donna di spostare l’auto, ma per tutta risposta ha ricevuto una serie di insulti. Preso il blocchetto per fare la multa, l’agente è stata quindi aggredita e presa a schiaffi dalla donna, poi subito identificata. Mentre la vigilessa veniva picchiata in mezzo alla strada, inoltre, i tanti genitori che accompagnavano a scuola i figli si sono limitati a curiosare, senza accennare ad un minimo intervento.

Un caso subito denunciato dal sindacato, tramite il reggente della Cisl Fp di Latina, Roberto Chierchia. “La modifica dell’orario di lavoro ha comportato un’evidente contrazione dei servizi alla cittadinanza, ha obbligato il Comando ad inviare in servizio gli agenti da soli – accusa il sindacalista – ed ecco

le conseguenze. L’altro elemento altamente negativo è l’immobilismo delle persone davanti alla scuola che non sono minimamente intervenute in aiuto dell’agente, malmenata più volte in mezzo alla strada. Chiediamo – ha concluso – che l’amministrazione comunale si costituisca parte civile nel giudizio che sarà attivato nei confronti dei responsabili, sperando che la magistratura possa infliggere una pena severa”.

es_ES
it_IT
en_US