Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
30 ott

Aprilia, uomo ucciso a colpi d’arma da fuoco

Quattro colpi di pistola, uno dietro l’altro, forse anche di più, abbastanza per non lasciare scampo a un uomo di 48 anni. Attorno alle 20, ad Aprilia, è stato ucciso così Luca Palli, volto noto alle forze dell’ordine, coinvolto in passato in importanti inchieste sullo spaccio di droga. Un omicidio che gli inquirenti sembrano aver subito inquadrato nell’ambito del regolamento di conti interno alla malavita, particolarmente feroce nel nord della provincia di Latina, dove proprio il traffico di sostanze stupefacenti è fiorente e che da lungo tempo costringe il quinto Comune con il maggior numero di abitanti del Lazio a dover subire i contraccolpi propri dei centri ad alta densità criminale.

Palli, che da qualche tempo lavorava come operaio nell’azienda speciale Aprilia Multiservizi, nello specifico come guardiano del cimitero, è stato freddato all’angolo tra via Mazzini e via Carroceto. A ucciderlo sarebbero stati, in base a un primo esame compiuto dagli investigatori, due colpi, uno alla testa e l’altro all’addome. Inutile la corsa verso la vicina clinica Città di Aprilia.

Il 48enne aveva appena consumato un aperitivo con gli amici in un vicino bar. Il tempo di uscire, di imboccare via Mazzini, e per lui non c’è stato scampo.

Nel 2008 Palli era rimasto coinvolto nell’inchiesta

antidroga denominata “Forbice”, concentrata su un gruppo di spaccio che, insofferente dei controlli compiuti dai carabinieri, avrebbe anche progettato di piazzare dell’esplosivo contro la caserma dell’Arma.

I militari stanno indagando e il sostituto procuratore Luigia Spinelli ha aperto un’inchiesta. Ad Aprilia convivono organizzazioni mafiose e una pericolosa criminalità comune. Qualche equilibrio potrebbe essersi rotto.

es_ES
it_IT
en_US