Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
29 dic

“Babbo Natale non esiste”, a Roma è polemica sul direttore d’orchestra di uno spettacolo per bambini

“Comunque Babbo Natale non esiste”. Sono bastate cinque parole per scatenare una polemica sui social network dopo lo spettacolo di ieri sera al Parco della Musica di Roma. A pronunciare la funesta frase è stato Giacomo Loprieno, il direttore d’orchestra di “Disney in concert: Frozen” alla fine dello show che, con trenta musicisti e venti coristi, nasce con l’obiettivo di rendere inedita la fruizione dell’iconico film d’animazione per bambini e famiglie, in migliaia accorsi nella Sala Santa Cecilia pagando biglietti dai 30 ai 48 euro. Nessuno si aspettava che, alla fine della rappresentazione, durata circa due ore, il direttore prendesse la parola per disilludere i piccoli spettatori, per lo più sotto i dieci anni d’età.

In pochi minuti Facebook è stato invaso da proteste e commenti di genitori indignati, ancor più indispettiti dal fatto che dopo poche ore gli organizzatori di Dimensione Eventi hanno eliminato la pagina del social network dove si erano concentrate la maggior parte delle proteste (“eliminiamo sempre gli eventi già passati”, spiegano). “Ha tentato di sfogare le proprie frustrazioni sugli esseri più innocenti del mondo, i bambini”, ha scritto l’utente Oberto Bevilacqua sulla pagina degli organizzatori, seguito a ruota da Lucio Giorgio, che ha creato un gruppo ad hoc dove continuare a protestare contro chiunque “pensi di poter rovinare i sogni di bambini di 5/6 anni, magari senza alcuna ragione plausibile”.


E se tra i commenti della rete non mancano ironici post di sostegno alla battuta, alcuni degli spettatori fanno notare che l’irritazione del direttore d’orchestra potrebbe essere stata causata dai tanti che, appena terminato lo spettacolo, durante gli applausi, abbiano lasciato la sala per evitare la calca e il traffico in uscita dal parcheggio. Dall’Auditorium confermano la frase del direttore d’orchestra e spiegano che probabilmente la negazione pubblica dell’esistenza di Babbo Natale è avvenuta davanti a una sala mezza vuota, proprio mentre alcune famiglie si erano trattenute con i musicisti per chiedere autografi e foto. Ma ciò non è bastato a placare gli animi.

Intanto il contestato Loprieno non ha intenzione di rispondere alle accuse, ma a confermare il suo dispiacere c’è un post dell’account Facebook ufficiale dell’Auditorium Parco della Musica, che già ieri sera, a due ore dalla fine dello spettacolo, ha risposto ad alcuni genitori indignati esternando dispiacere per l’accaduto e raccontando come il direttore si sia prodigato in scuse subito dopo l’accaduto, all’uscita della sala e in biglietteria. Una reazione insufficiente per gli organizzatori di Dimensione Eventi. Che dopo la polemica hanno deciso di rimuovere il direttore d’orchestra. “Ci teniamo a sottolineare che l’organizzazione si dissocia completamente ed ha preso tempestivi provvedimenti, destituendo dalla carica il Direttore che sarà sostituito già dalla replica odierna, delle ore 15″, hanno scritto in una nota. “Come tutti i presenti siamo rimasti sconcertati da una dichiarazione assolutamente personale del Direttore, tra l’altro a spettacolo ormai terminato. Il nostro lavoro è di creare emozioni positive e far sognare i più piccoli. Quanto è stato detto dal Direttore d’orchestra è totalmente fuori luogo ed è

il gesto arbitrario di una singola persona. Come organizzazione abbiamo lavorato affinchè lo spettacolo fosse di gradimento per tutte le famiglie e dagli applausi ricevuti possiamo affermare di aver raggiunto questo obiettivo, grazie al calore del pubblico ed alla partecipazione. Ci dispiace moltissimo per l’accaduto e ribadiamo la nostra completa condanna del gesto, da cui prendiamo le distanze e per il quale abbiamo, come detto, già preso provvedimenti”.

es_ES
it_IT
en_US