Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
11 mar

Bagno di folla per il Papa in visita alla parrocchia di Ottavia

Un bagno di folla per Papa Francesco in visita alla parrocchia Santa Maddalena di Canossa ad Ottavia, quartiere alla periferia nord di Roma dove vive anche la sindaca Virginia Raggi. Centinaia le persone accorse lungo le transenne di sicurezza collocate ai due lati di via Lucchina. Persone di ogni età ma soprattutto bambini ed adolescenti hanno accolto il Pontefice al campo di calcio parrocchiale, mentre il cardinal vicario Agostino Vallini lo ha aspettato all’ingresso della chiesa.

Il Papa ha poi risposto ad alcune domande dei bambini della parrocchia: “Mi spaventa la malvagità delle persone, quando una persona sceglie di essere cattiva. E mi spaventa quando c’è il ‘chiacchieraggio’. Le chiacchiere distruggono, sono come buttare una bomba e andarsene via. Distruggono le famiglie, le parrocchie e soprattutto il cuore di chi le lancia. Mi spaventa lo sparlare dell’altro per distruggerlo di nascosto: fare questo è come essere una strega o un terrorista”.

E ancora: “Una delle malattie più brutte del tempo di oggi è la mancanza di comunicazione, di dialogo e ascolto. Dobbiamo arrivare al dialogo concreto sbloccando le orecchie. Questo è l’apostolato dell’orecchio. Io dico queste cose ai bambini affinché anche i grandi sentano. E le parolacce sono brutte ma non sono gravi come le bestemmie: bestemmiare mai”.

Francesco ha parlato anche dei suoi momenti belli ricordando quando da piccolo andava allo stadio con il padre la domenica. “Un

altro momento bello – ha aggiunto – è incontrare gli amici o quando posso pregare in silenzio o leggere la Parola di Dio. Vedere la tv invece non mi piace, è perdere tempo e poi mi fa brutto”.

E dopo oltre 4 ore di visita il Papa ha salutato la folla per tornare in Vaticano: “Grazie a tutti, vi auguro una buona serata e ricordatevi di pregare per me perché ne ho bisogno per fare il mio lavoro bene, non così così”.

es_ES
it_IT
en_US