Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
31 mag

Blocchetti in strada a Roma, i pm: “Attentato alla sicurezza”

Altri cinque incidenti e sospetti su una gang dei carri attrezzi sono finiti nell’inchiesta che sta indagando su blocchetti di cemento posizionati all’uscita delle gallerie, in tratti poco illuminati, tra le tre e le sei del mattino. Il sospetto degli inquirenti è che non si tratti di gesti di singoli sconsiderati ma che al contrario dietro possa esserci la regia interessata di qualcuno. Per questo a piazzale Clodio tutte le denunce di singoli cittadini, vittime di questi strana vicenda, sono confluite in un unico fascicolo aperto per attentato alla sicurezza stradale. L’indagine ad oggi è però ancora a carico di ignoti.

Gli inquirenti ipotizzano che i titolari di carri attrezzi privati posizionino i massi per causare l’incidente per poi offrirsi per agganciare le automobili semidistrutte. È questa, per ora, sola una pista investigativa che trova un primo riscontro in diverse denunce arrivate sulla scrivania del sostituto procuratore Maria Bice Barborini. In pratica, in diverse querele, si legge che, subito dopo l’urto col masso, spunta spesso un uomo alla guida di un carro attrezzi che passa in quel momento per la via e offre a pagamento i propri servigi.

Le strade in cui si sono registrati i gravi episodi – 12 in tutto quelli accertati – sono la via Flaminia, la Pontina, la Cristoforo Colombo e la via Aurelia. Lo scorso giovedì il blocchetto è stato posizionato nella parte laterale della strada, all’altezza di via della Monachina. Sono cinque le automobili che poi sono rimaste coinvolte nel maxi tamponamento a catena. E poco dopo l’impatto un camionista, risultato poi con l’assicurazione scaduta, si sarebbe offerto di provvedere al trasporto.

Intanto ieri mattina il Gruppo intervento traffico (Git) ha acquisito nuovi elementi e raccolto le informative dai diversi gruppi della municipale intervenuti dopo le segnalazioni. Nel frattempo la procura

sta acquisendo i video di alcune telecamere presenti nei luoghi degli incidenti. I filmati potrebbero essere utili a confermare, o meno, la pista battuta dagli investigatori.

La polizia municipale raccomanda prudenza e lancia un appello: “Se non è stato richiesto l’intervento del carro attrezzi non accettate il trasporto, aspettate l’arrivo della pattuglia. La situazione – proseguono – è monitorata e sono stati allertati tutti i gruppi della capitale”.

es_ES
it_IT
en_US