Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
15 feb

Campidoglio, Raggi: “Terza polizza? Inaccettabile comportamento di Romeo, presenterò esposto in Procura”

“Ora spunta anche una terza polizza intestata dal dottor Romeo a mio nome. Questa stipulata addirittura due giorni dopo che ho annunciato di aver ricevuto un invito a comparire dalla Procura di Roma. E’ inaccettabile che il dottor Romeo abbia fatto una cosa del genere. Ne prendo totalmente le distanze. A questo punto con i miei avvocati presenterò un esposto in Procura per tutelare la mia persona”. Lo ha dichiarato la sindaca Virginia Raggi commentando la notizia dellaterza polizzache le sarebbe stata intestata dal suo ex capo della segreteria politica.

“Ho letto anche stamattina di questa polizza. Chiaramente sono io la prima a voler capire che sta succedendo. È una vicenda che mi vede del tutto estranea”. Aveva detto la sindaca stamani entrando in Campidoglio. A chi le chiedeva se si sentisse “messa in mezzo” e se fosse intenzionata a querelare Romeo, Raggi ha risposto: “Stiamo lavorando con gli avvocati per capire cosa fare”.

Condividi

Intanto filtrano indiscrezioni sulle spiegazioni che il diretto interessato avrebbe dato sulla vicenda. Come per le altre due, anche la terza polizza sulla vita stipulata da Romeo e intestata a Virgina Raggi aveva come causale il “rapporto affettivo”. E’ quanto emerge in relazione all’investimento da 8.000 mila euro che l’ex capo della segreteria della sindaca ha sottoscritto il giorno successivo alla notizia dell’l’invito a comparire per Raggi. Al momento non è noto che anche la terza polizza, come le prime due, sia stata modificata con il cambio di beneficiario.

“C’erano gioielli di famiglia della mia amica, altro non so”, avrebbe invece

risposto ai pm di Roma lo stesso Romeo nell’interrogatorio fiume di una settimana fa, quando gli è stato chiesto di parlare del contenuto della cassetta di sicurezza agganciata a un conto corrente bancario a lui riconducibile e svuotata lunedì 19 dicembre scorso, primo giorno utile di apertura delle banche dopo l’arresto di Raffaele Marra. Le chiavi di quella cassetta erano state affidate a una donna già sentita dalla polizia che ha confermato le parole di Romeo.