Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
18 nov

Case delle Asl laziali, la grande svendita. Corte dei conti: “Dubbi sui ricavi”

Immobili di pregio, residenze storiche nel cuore di Roma. Ancora: uffici, laboratori e depositi nei quartieri più centrali della capitale. Dopo 14 anni dall’inizio della dismissione del patrimonio immobiliare della Comunione delle Asl del Lazio, è ancora giallo sui numeri dell’operazione. I conti non tornano. O meglio, non sono mai stati presentati: a fronte dei 231 milioni di euro incassati dalle aziende sanitarie per la vendita di 926 tra appartamenti e negozi, i prospetti delle entrate e delle uscite registrate tra il 2003 e il 2009 sono ancora un mistero. Un enigma destinato a resistere almeno fino al prossimo 13 dicembre, quando la procura della Corte dei conti chiederà la nomina di un commissario per stilare finalmente i bilanci fantasma, minacciando pure una sanzione pari alla metà di quanto Bnl (oggi Bnp Paribas) ha guadagnato grazie all’affare.

I primi a volerci vedere chiaro sul pacchetto di immobili che da piazza Navona arriva fino a via degli Ausoni a San Lorenzo sono proprio i manager delle Asl. La Comunione ha deciso di rivolgersi alla magistratura contabile dopo aver verificato «l’impossibilità di valutare nella sua interezza l’operazione di dismissione del patrimonio e in particolare la sua convenienza».

Bnl Fondi Immobiliari, l’istituto che nel 2003 ha ricevuto dalle aziende sanitarie il compito di occuparsi delle 926 proprietà, ha infatti affidato a un advisor privato (di propria nomina) la stima del valore dell’intero compendio. Della vendita delle singole proprietà si è poi occupata Romeo Gestioni, la società che fino al 2014 ha avuto in appalto la gestione del patrimonio del Comune e che

lo scorso luglio si è vista contestare un danno da 3 milioni di euro per Affittopoli. I debiti, i crediti, le rimanenze, i prezzi di vendita e le spese sostenute dalle Asl per vendere i propri appartamenti? Non sono mai stati messi nero su bianco.

Ora la prossima mossa spetta alla procura della Corte dei conti. Se poi Bnp Paribas Real Estate non presenterà i bilanci relativi alla gestione degli immobili delle Asl laziali, potrebbero scattare multa e commissariamento.

es_ES
it_IT
en_US