Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
19 mag

Chievo-Roma 3-5, El Shaarawy e Salah avvicinano i giallorossi al secondo posto

VERONA – Sbandando, soffrendo ma alla fine mantenendo i nervi saldissimi, la Roma sbanca il Bentegodi e compie tre passi probabilmente decisivi verso la conquista del secondo posto. Una vittoria pesantissima che mette un pizzico di pressione in più anche alla Juve che domenica dovrà forzatamente battere il Crotone per brindare al sesto scudetto consecutivo. A Verona è andata in scena una partita folle ed emozionante, anche per il merito di un combattivo Chievo. I giallorossi sono scivolati per due volte sotto ma hanno sempre trovato la forza per raddrizzare in fretta il risultato. E, nella ripresa, hanno fatto valere la legge del più forte.

VITTORIA TARGATA EL SHAARAWY E SALAH – In una giornata in cui la Roma ha sbandato troppo dietro, complice una prova distratta in particolare di Manolas, il merito del successo va dato soprattutto ai due esterni d’attacco, El Shaarawy e Salah, che hanno interpretato alla perfezione il ruolo, mandando in tilt al momento giusto, con giocate di assoluto livello e una doppietta a testa, la retroguardia gialloblu.

SPALLETTI RINUNCIA A NAINGGOLAN – Recuperati Strootman, dopo la squalifica, e Dzeko dall’infortunio, Spalletti ha deciso di lasciare a riposo Nainggolan, dando fiducia a Paredes nel confermato 4-2-3-1. Infine ha preferito El Shaarawy a Perotti come esterno d’attacco. Maran ha risposto con un prudente 4-4-1-1 preferendo il rientrante Birsa a Pellissier come partner di Inglese.

CASTRO GELA LA ROMA – Il Chievo ha fatto capire subito di non essere disposto a fare da semplice sparring-partner sfiorando il palo con un bolide di Radovanovic da 28 mt. La Roma ha replicato impegnando severamente Sorrentino con un sinistro a giro di Salah ma, sul capovolgimento di fronte, ha subito l’1-0 (15′): su un cross dalla destra di Depaoli, Inglese ha vinto un contrasto aereo con Manolas alzando un pallone per l’accorrente Castro che, al volo di destro, lo ha scaraventato in fondo al sacco.

EL SHAARAWY PAREGGIA I CONTI – La Roma ha accusato il colpo, ha stentato a riorganizzare le idee, ha rischiato di incassare il 2-0 su un diagonale dal limite di Birsa ma, alla prima opportunità, ha raddrizzato la sfida (28′): su un lungo colpo di testa in avanti di Fazio, Dzeko, in fuorigioco, ha tratto in inganno tutta la difesa del Chievo lasciando il pallone per l’accorrente El Shaarawy che ha saltato in dribbling al limite Sorrentino in uscita e ha insaccato.

SALAH REPLICA A INGLESE – Il Chievo non si è impressionato e, appena 9′ dopo, è tornato avanti: su un cross dalla trequarti sinistra di Birsa, Manolas si è dimenticato di Inglese che, tutto solo, ha comodamente insaccato di testa. La Roma non si è disunita e, prima della fine del tempo, ha pareggiato con un sinistro a giro di Salah, deviato in maniera decisiva da Gobbi.

EL SHAARAWY, GOL DECISIVO – Maran ha perso Castro per infortunio e lo ha rimpiazzato in avvio di ripresa con Pellissier, varando il 4-3-1-2. La Roma non si è spaventata, ha insistito e al 58′ ha trovato il fondamentale 2-3, sfruttando l’attimo di disorientamento della difesa di casa, che aveva appena perso per infortunio (dolorosa infrazione alle costole) Gamberini, sostituito da Frey. El Shaarawy è scattato sul filo del fuorigioco su un lancio di Strootman e ha battuto Sorrentino con un preciso destro in diagonale.

SALAH CHIUDE I CONTI – Il Chievo si è riversato in avanti con orgoglio a caccia del pari ma non è andato oltre un tocco scomposto di Cacciatore che ha spaventato Szczesny catapultandosi cross di Gobbi. La Roma ha capito di non poter abbassare la guardia e, dopo altri tre tentativi di Dzeko (2) e Manolas, ha approfittato del prezioso ingresso di Nainggolan per chiudere, di fatto, la partita. Il gol della sicurezza lo ha realizzato al 76′ Salah che, sfruttando un assist smarcante di Dzeko, ha insaccato il pallone a fil di palo con un preciso sinistro dal limite.

DZEKO FA 38, DOPPIETTA DI INGLESE – Le emozioni non sono finite qui. C’è stato il tempo anche per lo storico gol di Dzeko (38/a rete stagionale, realizzata con un bolide da fuori area), e il gol in fuorigioco, non segnalato, del 3-5 di Inglese. Nel mezzo, c’è stato anche modo per apprezzare il boato dell’intero Bentegodi per salutare l’ultima presenza in trasferta in carriera di Totti a cui è seguito, in un ideale passaggio di consegne, l’ingresso in campo del giovane Vignato, promessa annunciata del calcio italiano nata alla vigilia della stagione dell’unico scudetto vinto da Totti. Un segnale tangibile, purtroppo per il capitano giallorosso, del tempo che passa inesorabile.

CHIEVO-ROMA 3-5 (2-2)

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino, Cacciatore, Gamberini (11’st Frey), Cesar, Gobbi, Depaoli, Radovanovic, Bastien, Castro (1’st Pellissier), Inglese (41’st Vignato), Birsa. (32 Bressan, 90 Seculin, 1 De Guzman, 2 Spolli, 7 Gakpe’, 13 Izco, 20 Sardo, 77 Troiani, 80 Kiyine. All.: Maran.

Roma (4-3-3): Szczesny, Rudiger, Manolas, Fazio, Emerson, Paredes, De Rossi, Strootman, Salah (36’st Perotti), Dzeko (40’st Totti), El Shaarawy (25’st Nainggolan). (18 Lobont, 19 Alisson, 3 Jesus, 7 Grenier, 13 Bruno Peres, 15 Vermaelen, 21 Mario Rui, 30 Gerson. All: Spalletti.

Arbitro: Damato di Barletta 6.

Reti: 14′ pt Castro, 27′ pt El Shaarawy, 37′ pt Inglese, 42′ pt Salah, 13′ st El Shaarawy, 31′ st Salah, 37′ st Dzeko, 41′ st Inglese. Recupero: 0′ e 3′.

Angoli: 7-4 per la Roma.

Ammoniti: Radovanovic per gioco falloso.

Spettatori: 13 mila circa.

es_ES
it_IT
en_US