Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
27 mag

Comunali, ecco gli aspiranti Khan: l’esercito straniero che sogna un posto in Campidoglio

“Siamo tanti, è arrivato il momento di offrire il nostro contributo a Roma”. Vent’anni, origini filippine, Kate Magsino si candida in Campidoglio con l’Italia dei Valori. Come lei tanti aspiranti consiglieri in corsa per rappresentare le comunità straniere della Capitale. Romeni, sudamericani, cinesi, moldavi. Sono i nuovi abitanti dell’Urbe, cittadini spesso dimenticati. Ma rappresentano anche un bacino elettorale tutt’altro che trascurabile. E così ogni partito, da destra a sinistra, ha i suoi esponenti di riferimento.

È romena la comunità straniera più numerosa in città. Sono quasi 90mila persone. Non tutti però potranno votare, quelli che si sono iscritti alle liste elettorali aggiunte sono circa 5mila. “Per la precisione 4.928” racconta Laura Vasii, candidata con Alfio Marchini. Commercialista, è arrivata in Italia 16 anni fa. Con chi si schiereranno i suoi connazionali? “La comunità ha diverse simpatie politiche – spiega -. Ma la tendenza è di centrodestra. Sono le conseguenze dei brutti ricordi che ci ha lasciato il comunismo”. A spulciare le liste, i candidati d’origine romena sono ovunque. Dal Partito democratico alle civiche che sostengono Giorgia Meloni. In sette corrono tra comune e municipi con Alfio Marchini. “È l’esponente politico che ha avuto più attenzione verso di noi” ammette Vasii.

Dalla Romania al Sud-est asiatico. La seconda comunità di stranieri più presente a Roma è quella filippina, oltre 40mila presenze. Anche se alle urne, raccontano, non saranno più di 5mila. Dopo la recente vittoria del discusso presidente Rodrigo Duterte, è già partita la caccia al voto. “Ai filippini che votano nella capitale – ha spiegato qualche giorno fa il vicepresidente di CasaPound Simone Di Stefano – chiedo di fare una scelta in linea con quella fatta dai loro connazionali in Patria. Votate per noi”. I candidati che vengono dalla comunità sono due. Una è Magsino, esponente dell’Italia dei Valori. L’altra si chiama Analiza Bueno e corre per Alfio Marchini. Impiegata, è in Italia da oltre 20 anni. Perché Marchini? “L’ho cercato io – racconta – E lui ha creduto nelle mie capacità”. La prossima settimana la Bueno ha organizzato un incontro al Teatro Aurelio con la comunità filippina. Ci saranno canti, balli e cibo tradizionale. “Ho invitato anche Marchini” racconta.

La comunità cinese conta almeno 15mila presenze. Commercianti e piccoli imprenditori, soprattutto. Anche se tra le seconde generazioni non mancano professionisti e studenti. Non essendo comunitari, solo una piccola parte potrà votare alle amministrative: più o meno cinquecento. In corsa per rappresentarli c’è Marco Wong, presidente onorario di Associna, candidato nella lista civica di Roberto Giachetti. Un altro esponente della comunità è nell’Unione Pensionati, altri due sono schierati con la Lega. È una scelta che non stupisce, le comunità straniere sono un punto di riferimento per tutti. Nei municipi, ad esempio, Noi con Salvini ha offerto un posto anche a candidati di origine nordafricana e sudamericana. Tra gli attivisti Cinque Stelle spicca Jenny Yepez, peruviana, capolista al V municipio.

La lista Più Roma candida in Consiglio comunale un’infermiera somala, Zeinab Ahmed, e un esponente dello Sri Lanka, Indra Perera. E tra i municipi due aspiranti consiglieri del Bangladesh. Non è un caso: la comunità bangladese è una delle più numerose a Roma. Quasi 30mila presenze, ma un bacino elettorale ridotto. “È

vero, sono in pochi ad avere la cittadinanza italiana – racconta il portavoce Paolo Ciani – Noi vogliamo dare voce ai nuovi cittadini, il voto etnico non ci interessa”. È così anche per l’IdV, che in Campidoglio presenta una candidata moldava (in città diecimila connazionali ma pochi votanti). Nel IV e V municipio, invece, è in corsa un professionista pachistano, Qamar Zaman. Le origini sono le stesse del neo sindaco di Londra Sadiq Khan. Hai visto mai.

es_ES
it_IT
en_US