Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
18 mag

Comunali, la retromarcia della Raggi: “Sugli atti l’ultima parola sarà sempre la mia”

“Il codice etico che ho sottoscritto prevede che se io dovessi essere indagata per fatti rilevanti penalmente la maggioranza dei cittadini potrà chiedere le mie dimissioni, e lo stesso potrà fare il il garante del codice se saranno i cittadini a chiederlo. Mi sembra la massima espressione di trasparenza che un eletto possa portare avanti nei confronti dei cittadini che lo hanno portato lì”. Il candidato sindaco di Roma del Movimento cinque stelle, Virginia Raggi, ha risposto così a chi le chiedeva se si dimetterebbe su richiesta di Beppe Grillo, come dichiarato ieri in un’intervista all’Espresso .

“Io mi candido a sindaco di Roma e risponderò ai cittadini che eventualmente mi sceglieranno per questo ruolo – ha sottolineato Raggi durante la conferenza stampa con gli altri candidati sindaco 5 stelle – ho sottoscritto un codice etico con i cittadini, lo sottolineo perchè spesso alcuni politici chiamano contratto. Un codice che il 72,3% dei cittadini vorrebbe estendere a tutti i partiti che prevede che gli eletti restino coerenti con gli impegni presi con i cittadini in campagna elettorale e prevede di sanzionare con una multa chi pensa di prendere il m5s come tram o trampolino di lancio per andare altrove, una cosa che avviene sempre per tutti gli altri eletti che si spostano in parlamento come tergicristalli”.

Approvazione dei garanti. “Il concetto che sfugge è che per gli atti di alta amministrazione, come le nomine, e per tutti gli altri deciderò io perché lo prescrive la legge. L’ultima parola sarà sempre la mia”, ha

chiarito poi la Raggi sul tema degli atti da sottoporre allo staff M5s, altra dichiarazione fatta all’Espresso e che era finita nel mirino dei suoi avversari. “Ma a questo – ha aggiunto – si affianca una collaborazione sulla verifica di alcuni requisiti e io credo che sia a garanzia dei cittadini che la verifica venga fatta da più occhi possibili. Credo sia indice di serietà dire che su alcune attività è opportuna una verifica da parte di altre persone”

es_ES
it_IT
en_US