Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
14 dic

Corchiano, il presepe vivente tra le forre e la magia delle atmosfere natalizie

Il conto alla rovescia è iniziato. Ancora pochi giorni e la colonna sonora di Nicola Piovani e la voce narrante di Gigi Proietti accompagneranno i visitatori in un viaggio nel tempo affascinante e impossibile da dimenticare.

E’ la magia del Presepe Vivente di Corchiano, che torna quest’anno il 25, 26 e 27 dicembree ancora l’1, 5 e 6,7 e 8 gennaio: non una semplice rappresentazione della Sacra Natività, quanto piuttosto un vero e proprio spettacolo teatrale all’aperto, impreziosito dalle note del grande compositore e dall’abilità vocale dell’attore romano. Due gli spettacoli giornalieri previsti – alle 17,45 e alle 18,45 – all’interno di una location davvero unica: il “Monumento Naturale delle Forre”, al quale si accede mediante un’imponente tagliata viaria di epoca etrusca scavata nel tufo.

Le forre sono delle gole strette e profonde, incassate fra le rocce e incise da un corso d’acqua, tipiche di questo tratto del Viterbese: meraviglie naturalistiche che si potranno visitarenei giorni di spettacolo insieme all’antico borgo di Corchiano, un centro di origini antichissime che affonda le sue radici nell’antica Fescennium, una delle città più importanti della civiltà Falisca. E non mancheranno le esposizioni di prodotti tipici locali, l’area parcheggio camper gratuita a due passi da tutti i servizi e i pacchetti promozionali per i visitatori che comprendono il pranzo o la cena, la visita guidata e l’ingresso allo spettacolo.

Un’occasione, insomma, per calarsi a pieno nelle tipiche atmosfere del Natale: nessun evento riesce a coinvolgere la comunità locale come il Presepe Vivente, l’unico a poter contare su un bambinello “vero”, con i genitori che fanno a gara per vedere il proprio piccolo in braccio a Maria; e chi alcuni anni fa fu protagonista nel ruolo di bambinello, ora torna a portare il figlio per far sì che diventi interprete, a sua volta, di uno dei Presepi viventi

più emozionati di tutto lo Stivale. Per chi volesse trascorre qualche ora in più da queste parti, appena fuori da Corchiano in località Madonna del Soccorso, sono visibili diverse tombe del tipo rupestre risalenti al IV – III Secolo a.C., mentre di grande suggestione è la tagliata conosciuta come “la Cava di S. Egidio”, una profonda strada scavata nel tufo alta più di 10 metri che conserva sulle pareti due iscrizioni etrusche.

es_ES
it_IT
en_US