Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
26 set

Dal dentista senza paura, rete per i pazienti emofilici modello Umberto I

Una rete odontoiatrica per il trattamento delle coagulopatie congenite uguale in tutte le regioni. Capofila del progetto l’Umberto I che da tempo ha affinato un protocollo per interventi mirati ponendo le basi di quella che, nel tempo, diventerà una hub odontoiatrica nazionale. Per questo mercoledì 28, per estendere il modello Lazio che il policlinico ha organizzato un convegno dove si incontreranno tutti gli operatori sanitari e le associazioni di pazienti.

Se il dentista fa paura a molti per gli emofilici il problema e ben più grande. “Oggi come oggi molte prestazioni vengono fatte in ambulatorio adottando dei protocolli che permettono di escludere rischi di sanguinamento, il paziente non necessità più di ricovero e può tornare il giorno stesso a lavorare”, spiega il direttore della Unità operativa complessa di Chirurgia Odontostomatologia dell’Umberto I tra i coordinatori scientifici del convegno. Ma non è stato sempre così. “I costi sono notevolmente abbattuti con un risparmio anche per il servizio sanitario nazionale se si pensa che fino a qualche tempo

fa era necessario ricoverare quel tipo di pazienti almeno per cinque giorni”, dice Riva.

Il senso della rete è quello di estendere queste procedure su tutto il territorio Italiano, garantendo prestazioni di qualità omogenee e di trattare anche tutti i pazienti affetti da coagulopatie acquisite – come chi è in terapia anticoagulante, ad esempio – che oggi rappresentano, conclude Riva “una buona fetta degli ultra 55enni”.

es_ES
it_IT
en_US