Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
11 feb

Dopo il crollo, riapre la corsia di via della Farnesina

Ponte Milvio inizia a rivivere. A cinque mesi dal crollo della palazzina demolita definitivamente il 9 gennaio scorso, lunedì verrà finalmente riaperta al traffico una corsia di via della Farnesina, in direzione del Lungotevere. Una notizia che i commercianti aspettavano da mesi. “Ringraziamo il comando dei vigili del XV gruppo per aver accolto la nostra richiesta di riaprire in direzione di Ponte Milvo e non in senso contrario – dice la presidente della Cna Commercio di Roma, Giovanna Marchese Bellaroto – in questo modo il quadrante potrà tornare a respirare dopo 5 mesi durissimi”: il calo del volume d’affari derivato dalla chiusura della strada, il 24 settembre scorso, ha causato la chiusura “di 10 attività nel quadrante – aggiunge Bellaroto – è stato un Natale magrissimo”. Adesso il commercio potrà tornare a rifiatare.

Intanto, in via della Farnesina 5, gli operai continuano a scavare tra le macerie del palazzo crollato. C’è ancora un metro di calcinacci da smaltire, poi potranno iniziare le indagini dei tecnici incaricati di appurare le cause del collasso. Il 31 gennaio è scaduta l’assistenza alloggiativa fornita dal Comune ai condomini degli immobili confinanti: inaspettatamente i residenti al civico 3 sono già tornati in casa, mentre gli ingegneri ingaggiati dagli inquilini ai civici 7e e 7c continuano le indagini strutturali e geotecniche necessarie per individuare eventuali criticità.

Le 10 famiglie sfollate dalla palazzina crollata, dopo l’appello ai privati per finanziare la ricostruzione, aspettano con il fiato sospeso l’avvio delle indagini nel sottosuolo. “Il nostro

futuro è legato alle cause del crollo”, afferma Fabio D’Andrea, il “medico-eroe” ora portavoce degli inquilini. Fabio e la moglie Ilaria avevano sette gatti, alcuni erano stati salvati vivi, altri erano ancora dispersi. La vicenda aveva colpito l’opinione pubblica. La settimana scorsa purtroppo, “Martino, il micio dal pelo rosso, e Pippi, sono stati trovati senza vita tra i calcinacci – sospira D’Andrea – non ce l’hanno fatta”.

es_ES
it_IT
en_US