Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
26 feb

Emergenza maltempo a Roma, Raggi: “La macchina ha funzionato, polemiche inutili”. Mercoledì scuole aperte

“Nonostante io fossi fuori, ci siamo coordinati benissimo con i mezzi tecnologici. Inoltre da giovedì scorso, mentre ero ancora qui, abbiamo programmato tutto e da venerdì sono partite le riunioni. Quindi le polemiche le lascio ad altri mi sembra che noi abbiamo fatto i fatti, in maniera ordinata e regolare”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a termine della riunione operativa presso il Coc della Protezione Civile di Roma a chi le chiedeva se le avessero dato fastidio le polemiche sulla sua assenza durante la gestione della nevicata di ieri a Roma.

Condividi

“Il viaggio era programmato da tempo e tra l’altro parlavamo proprio di cambiamenti climatici. Questo è comunque un evento eccezionale e per quanto gli interventi siano stati effettuati in tutta regolarità credo che un sindaco in certe occasioni debba stare vicino alla propria gente. E sono tornata” ha spiegato. “E voglio tranquillizzare i genitori, domani le scuole saranno aperte”

spiegano i vigili urbani che hanno delimitato l’area.

TRASPORTI

Attive le tre linee della metropolitana e le ferrovie regionali in concessione ad Atac, con ritardi sulla Termini-Centocelle dovuti ad una guasto. Qualche deviazione per la rete bus, dovuta ad incidenti e ghiacchio sui percorsi prestabiliti. I treni ad altra velocità, dopo i problemi di ieri nel nodo ferroviario cittadino dovuti alla neve, per oggi partono e arrivano solamente dalla Stazione Tiburtina. Per mercoledì si annunciano ancora problemi: “Alla luce del bollettino meteo emanato dalla Protezione Civile – spiega Rfi – permane lo stato di emergenza grave per gelo nell’area e nel nodo ferroviario di Roma. Per la giornata di domani 28 febbraio sarà garantito l’80% dei treni alta velocita’. Le Imprese ferroviarie attraverso i loro canali di comunicazione renderanno note ai propri clienti le corse cancellate e le soluzioni di viaggio alternative”. Sul fronte del trasporto regionale, “nel Lazio l’offerta dei servizi passerà dal 50% dei treni circolati oggi al 70%. La riduzione si rende necessaria, stante le previsioni di un forte abbassamento termico, per consentire un più contenuto utilizzo dell’infrastruttura a garanzia di una sua maggiore e continua efficienza, in special modo nei punti nevralgici di Roma Termini e del nodo di Roma”. Nel corso della giornata di domani RFI renderà noti gli aggiornamenti sulla situazione in atto e le misure previste per i prossimi giorni, in relazione all’evoluzione metereologica.

Nella giornata di martedì tra cancellazioni, ritardi e riprogrammazioni sono stati numerosi i disagi registrati dai pendolari che hanno cercato di raggiungere Roma. Il servizio Leonardo Express, che collega l’aeroporto di Fiumicino al centro della Capitale, è stato sospeso mentre nel nodo di Roma hanno circolato l’80% dei treni ad alta velocità ed il 50% dei regionali.

AL VIA LO SPARGIMENTO DEL SALE

Mezzi e operatori Ama sono stati incaricati da Roma Capitale, già a partire dalla notte tra lunedì e martedì per l’operazione di spargimento di sale sui marciapiedi, in modo da prevenire la formazione del ghiaccio. Gli interventi proseguiranno per due giorni e interesseranno le zone maggiormente frequentate da cittadini e turisti, come le aree in prossimità di stazioni ferroviarie, metro e zone commerciali.

In campo oggi 750 agenti della Polizia Locale. Particolare attenzion, con l’aiuto delle organizzazioni di volontariato, è stata dedicata all’assistenza dei senza dimora e dei soggetti in condizioni di fragilità. La Sala operativa sociale ha ricevuto dall’inizio dell’emergenza 762 telefonate, 233 nella sola nottata, ed effettuato 204 interventi complessivi. Nel corso della scorsa notte, nello specifico, sono state attivate e predisposte 102 accoglienze, arrivando quindi a 317 complessive da domenica pomeriggio. Negli ultimi tre giorni sono stati attivati 450 posti aggiuntivi per l’accoglienza, che si sommano a quelli del circuito ordinario e del piano freddo, operativo dall’1 dicembre. Inoltre, con il supporto di mezzi Atac, sono stati realizzati 8 interventi di soccorso, tra cui il trasporto di 15 persone presso la stazione Tiburtina. Con mezzi dell’autoparco comunale stato garantito sostegno a una persona bloccata in casa e che aveva necessità di trattamento di dialisi.

In un tweet il Comune ha ringraziato la società Autostrade per l’Italia, per avere messo a disposizione della Capitale 4 mezzi spargisale, vista la situazione straordinaria di emergenza neve e ghiaccio che si è registrata anche in città.

ALLARME INCIDENTI. “GUIDARE CON CAUTELA”

Dopo le rigide temperature registrate nella notte i residui della nevicata di ieri mattina ancora presenti in strada si sono tramutati spesso in ghiaccio, rendendo difficoltosa la guida in diversi quadranti della Capitale. Luceverde Roma, account social gestito da Aci e Polizia Locale del Campidoglio, segnala “condizioni di guida difficoltose e possibili tratti ghiacciati” invitando “gli automobilisti ad adottare comportamenti alla guida dei propri veicoli idonei alle condizioni meteo.

Disagi in viale della Primavera, a Centocelle, con la strada rimasta chiusa per ghiaccio, vigili del fuoco intervenuti tra via delle Robinie e via delle Albizze. Altre chiusure stradali a Ciampino e Val Melaina per alberi e rami che sono caduti. Chiusa al pubblico la Fontana di Trevi. “Si rischierebbe di scivolare”

RIAPRONO MONUMENTI E AREE ARCHEOLOGICHE

Progressivo ritorno alla normalità per le aree monumentali e archeologiche. Il Parco del Colosseo è tornato quasi del tutto visitabile, salvo il Palatino ancora con i cancelli chiusi fino a mercoledì. Neve permettendo. Stesso discorso per il Vittoriano, mentre il Parco Archeologico di Ostia Antica, oggi interdetto alle visite, riaprirà i battenti mercoledì. “In realtà – spiega Alfonsina Russo, direttrice del Parco archeologico del Colosseo – gli ordini normalmente aperti al pubblico, il primo e il secondo, sono visitabili. Può essere visitata anche la mostra ‘Un’iconà in corso al Colosseo. Sono chiusi, invece, il piano Arena, perché è una pista di pattinaggio, i sotterranei nei quali c’è ancora acqua, e il terzo ordine, l’Attico”. “Zone che in condizioni normali – precisa Russo – sono visitabili solo su prenotazione per gruppi. Speriamo di poter riaprire domani anche questi settori, condizioni meteorologiche permettendo”. Le uniche criticità sono rappresentate dai “sotterranei e dall’Arena perché quando ci sono eventi come questo hanno problematiche maggiori”.

Quanto poi alle altre aree del Parco archeologico, il “Foro Romano è aperto mentre il Palatino è chiuso perché è ancora pieno di neve. Stiamo cercando di liberare i percorsi e vediamo se riusciremo ad aprirlo domani”. Anche il Vittoriano è tornato visitabile dopo la chiusura di lunedì. L’Ala Brasini è aperta al

pubblico così come sono visitabili le terrazze e le scalinate. Il monumento, spiega la direttrice Gabriella Musto, “è tutto aperto, anche gli ascensori panoramici, tranne il piazzale del Bollettino che dovrebbe essere riaperto domani a meno che non ghiacci questa notte. Ora lo stiamo liberando, ma dobbiamo vedere cosa succederà nelle prossime ore”.

Le Terme di Caracalla oggi sono ancora chiuse per ragioni di sicurezza ma riapriranno mercoledì.

es_ES
it_IT
en_US