Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
27 set

Fiumicino, archivio di Maccarese: quando la terra racconta la storia

Chi ha detto che latifondi, terre e vecchi terreni parlano solo di verdure, frutti e ortaggi? Ci sono aree che raccontano la quotidianità di diverse epoche storiche, spazi che hanno vissuto guerre e visto cambiamenti culturali. Ne è un esempio un latifondo dei principi Rospigliosi: 3.200 ettari di ottima terra – per dimensione, è ad oggi una delle più estese a livello nazionale – all’interno del Comune di Fiumicino che oggi sono di proprietà e in gestione all’Azienda agricola Maccarese.

L’area, però, è molto di più, perché conserva cinquecento metri lineari di documenti, registri e faldoni, decine di migliaia di fogli, appunti, statuti e bilanci, verbali di riunioni e incontri, fotografie, disegni tecnici e planimetrie, registri contabili e di produzione, documenti di progetto, corrispondenza con enti e istituzioni, ruoli e fascicoli del personale. Tutto a partire dal 1925 e tutto, almeno fino a poco tempo fa, che non era stato “accudito” con la giusta attenzione.



Per salvaguardare questo patrimonio storico importantissimo, la Società Maccarese – in collaborazione con la Fondazione Benetton Studi-Ricerche, con la Società di Servizi archivistici Memoria Srl e al DigiLab della Sapienza – ha avviato un progetto di recupero e valorizzazione: i documenti conservati in quest’archivio raccontano le vicende societarie dell’azienda, le scelte strategiche attuate per un’efficiente produzione agricola, i trucchi per migliorare il raccolto. E trasudano storie di insediamento, aggregazione e convivenza, portando alla luce anche i conflitti politico-sindacali di rilevanza nazionale, il rapporto tra azienda e personale dipendente, gli interventi per la creazione di infrastrutture, i servizi per la comunità.

Un patrimonio,

insomma, fondamentale per la storia, l’economia e la politica del nostro Paese. A pochi passi, su una terra che per decenni ha donato frutti e verdure, le colture sono di seminativi, foraggi e ortaggi. Ma non manca l’attività zootecnica, che consiste oggi nell’allevamento di bestiamo da latte per una consistenza media, nel 2016, di 2.800 capi di razza frisona. La produzione giornaliera di latte crudo nei primi otto mesi dell’anno? Ben 39mila litri al giorno.

es_ES
it_IT
en_US