Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
14 nov

Fondi, sequestro di beni per 4 milioni di euro a pregiudicato legato alla ‘ndrangheta

Un fabbricato, quattro ville in costruzione, di cui due completamente abusive, e terreni. Immobili che coprono una superficie totale pari a oltre 60 ettari, l’equivalente di 90 campi di calcio. Patrimonio stimato in quasi 4 milioni di euro, 3,8 per l’esattezza, quello sequestrato oggi dai finanzieri del comando provinciale di Latina a un pregiudicato di Fondi, Salvatore La Rosa, da tempo ritenuto legato alla cosca calabrese dei Bellocco-Pesce di Rosarno, genero di Vincenzo Garruzzo, finito nell’inchiesta antimafia denominata “Damasco” e tra i soggetti al centro della relazione dell’ex prefetto di Latina, Bruno Frattasi, che aveva portato sei anni fa per due volte l’allora ministro dell’Interno Roberto Maroni a chiedere lo scioglimento del consiglio comunale di Fondi per mafia, vedendosi respingere la richiesta dal Governo Berlusconi.

Il provvedimento eseguito dalle Fiamme gialle arriva al termine di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Latina, in esecuzione di provvedimenti ablativi emessi dalla sezione penale del Tribunale pontino. La Rosa, già sottoposto a misura di prevenzione speciale tra il 2001 e il 2004 e condannato per reati finalizzati al traffico di sostanze stupefacenti, in base agli accertamenti compiuti dai militari di Fondi, cuore agricolo della provincia di Latina, avrebbe effettuato nel tempo, insieme ai suoi familiari, ingenti investimenti immobiliari in mancanza di una capacità reddituale lecita.

“Le

indagini patrimoniali condotte – specificano dal comando provinciale della Finanza – hanno evidenziato la peculiare inclinazione criminale del gruppo familiare che, al fine di mascherare la provenienza della provvista necessaria alle operazioni immobiliari condotte e nel contempo di reimpiegare i capitali illeciti, poneva in essere simulate operazioni commerciali legate alla produzione e trasformazione delle olive”. Un altro tesoro finito sottochiave applicando la legge antimafia.

es_ES
it_IT
en_US