Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
20 mar

Il Praemium Aristophaneum al liceo Aristofane di Roma

Riscoprire il valore della cultura classica, la capacità di mettere a confronto antico e moderno, il piacere di rileggere il mondo greco con gli occhi di oggi. A questo punta il Praemium Aristophaneum, giunto alla sua settima edizione, che vedrà gli studenti del quarto e quinto anno dei licei classici nazionali affrontare la stesura di un saggio breve sul tema della pace, che prenda in considerazione aspetti della civiltà classica mettendo a confronto autori e testi classici e moderni.

Chiedersi quale funzione possa rivestire oggi la cultura greca è doveroso, in un sistema in cuila visione si allarga alla necessità di convivenza tra popoli di diverse tradizioni culturali. Solo se si è consapevoli della propria identità è possibile il dialogo: è dai Greci che la civiltà europea ha ricevuto i fondamenti del suo pensiero ed è nel pensiero che si è manifestata la tensione intellettuale dell’uomo greco, l’indagine l’indagine lucida della realtà e la forza dell’immaginazione.

Il concorso, organizzato dal Liceo Classico e Linguistico Aristofane di Roma, si svolgerà il 24 e 25 marzo 2017 nella sede dell’Istituto. L’iniziativa ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Lazio, del Municipio Roma III, dell’Ambasciata di Grecia a Roma, dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico. La cerimonia di premiazione avverrà il 25 marzo 2017 presso la sede centrale del Liceo in occasione della VII Giornata di studio su

Aristofane. Un’occasione per riflettere sulla continuità culturale, per salvaguardare la memoria nella consapevolezza delle nostre radici.

Tra gli interventi, Roberto Nicolai, coordinatore del Dottorato di Ricerca in Filologia e Storia del Mondo Antico della Sapienza, Albio Cesare Cassio, Pietro Vannicelli, Luca Bettarini della Sapienza e Michele Napolitano dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale.

es_ES
it_IT
en_US