Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
30 ago

Iscrizioni a scuola, caos vaccini a Roma. “Attese lunghe per prenotarsi”

Oltre un’ora d’attesa al telefono per prenotare un vaccino. Ai numeri verdi delle Asl romane, reperibili sui loro stessi siti o dati ai genitori direttamente dai pediatri si rischia di rimanere a lungo ad aspettare che un operatore si liberi. A segnalare il disservizio sono associazioni e famiglie che, di ritorno dalle vacanze e alla vigilia della riapertura delle scuole, tentano di mettersi in regola con le vaccinazioni. Specialmente ora che per frequentare nidi, asilo elementari, medie e biennio delle superiori ne diventano obbligatorie dieci.

“Continuiamo a ricevere segnalazioni da tutta Roma – denunciano dal Forum delle Associazioni Familiari del Lazio – che ci parlano di ore d’attesa per riuscire a prenotare un vaccino”. Come accade per esempio a Katiuscia Tartaglia: “Cinque giorni che provo a chiamare alla Asl Roma Tre. Attendo oltre 45 minuti e non risponde nessuno”.Le lamentele arrivano anche ai municipi. “Da giorni ci arrivano comunicazioni sul malfunzionamento del numero per prenotare i vaccini – spiega Valerio Garipoli, capogruppo Fdi nell’XI municipio – faremo un’interrogazione al presidente e alla Direzione Socio Educativa”.

Per entrare a scuola basta anche solo la prenotazione o la dichiarazione di averla chiesta, ma per aiutare le famiglie oggi la Regione pubblicherà sul sito un vademecum. E anche la modulistica, tra cui quella dell’autocertificazione: i genitori possono anche dichiarare di non essere in regola al momento dell’iscrizione, impegnandosi però a far vaccinare il figlio entro il 10 marzo. Dopo quella data la scuola invierà alla Asl l’elenco degli alunni non in regola.

Intanto le scuole d’infanzia, di competenza del Comune, riaprono lunedì 4. Ma “dal Dipartimento Scuola non abbiamo ricevuto comunicazioni su come verificare i vaccini nei nidi (le famiglie dovranno presentare la certificazione entro il 10 settembre, mentre per tutti gli altri ordini entro il 31 ottobre, ndr) “, spiega il dem Emanuele Gisci, assessore alla Scuola del II municipio. Le istruzioni, conferma la presidente della Commissione Scuola, Teresa Zotta, “dovrebbero arrivare oggi o domani al massimo”.

“Troppo tardi.

Pochissimo tempo per informare le famiglie. Faremo un’interrogazione urgente “, dice la consigliera dem Valeria Baglio, membro della Commissione Scuola. Per gli altri gradi saranno i presidi a occuparsi dei controlli. “Le segreterie sono già subissate dalle richieste di informazioni da parte delle famiglie – denuncia Mario Rusconi, presidente dell’Associazione Nazionale Presidi del Lazio – Così si arriva al collasso”.

es_ES
it_IT
en_US