Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
24 giu

Latina, “Lazio Pride per combattere pregiudizi e discriminazioni”

Alle 17 in piazzale Gaetano Loffredo a Latina, si svolgerà il ‘Lazio Pride’, la manifestazione dell’orgoglio per lesbiche, gay e trans, che avrà per slogan ‘Liberiamo Latina’ dai pregiudizi, dall’omolesbotransfobia e dalla discriminazione. Il ‘Lazio Pride’, che protesta anche verso la mozione anti-gay firmata dai candidati a sindaco della città laziale, ha raccolto molte adesioni. “Ancora oggi sono visibili sui social network molte frasi offensive ed omofobe di persone che vorrebbero vietarci di manifestare” hanno detto il portavoce del ‘Lazio Pride’, Marilù Nogarotto, Fabrizio Marrazzo del Gay Center e Aurora Marchetti di Azione Trans.

Invisibili. “Anche per questo – hanno aggiunto gli organizzatori – vogliamo lanciare da Latina un grido di liberazione per le persone lesbiche, gay e trans, perchè non siano più invisibili alle istituzioni, nelle scuole, e nel modo del lavoro e nella società. Dal ‘Lazio Pride’ inviteremo anche tutti i sindaci a celebrare da settembre le unioni civili delle coppie lesbiche e gay per dare un segnale di uguaglianza.

Latina di Tiziano Ferro. La manifestazione sarà aperta dalle note della canzone Latina di Tiziano Ferro, il quale ha anche realizzato per la manifestazione un video dove si racconta in esclusiva. Altri personaggi stanno aderendo in queste ore: Grazia Di Michele, Fabio Canino, mentre Roberto Casalino sarà il cantante che aprirà il concerto che si terrà in piazza. E’ da sempre cantautore e compositore legato al capoluogo pontino.

Le esibizioni. Si esibiranno, inoltre, durante la giornata Canusia, Chiazzetta, Ilenia Volpe, Lipstik, Never Stops, Nomen, Porella Cuccarini, Psyco Killer e Skuba Libre”.

All’iniziativa interverranno anche le associazioni Lgbtqi presenti e Vanni Piccolo, tra i fondatori

del Pride in italia.

I nastri rossi. “Indosseremo tutti e distribuiremo i nastri rossi per la campagna nazionale contro il femminicidio lanciata da arcilesbica, in solidarietà a tutte le donne vittime di violenza – hanno concluso gli organizzatori – ed inoltre ricorderemo le vittime di Orlando, che è stata la strage contro le persone lesbiche, gay e trans più grande avvenuta in un paese occidentale dopo la seconda guerra Mondiale”.

es_ES
it_IT
en_US