Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
6 lug

Lazio, e-mail e due acquisti: così si sblocca Bielsa

ROMA – La Lazio aspettava Bielsa per il 5 luglio, giorno del raduno. Lui invece per quella data pretendeva 4 acquisti conclusi, che non sono arrivati. Il tecnico comunque sarà a Roma sabato, decisivo lo scambio di mail con Lotito nella notte tra martedì e mercoledì. In quel momento si è sbloccata la situazione, con il tecnico di Rosario che ha toccato con mano le difficoltà di mercato e ha dato fiducia alla società. Il “salvo colpi di scena” resta una dicitura necessaria visti i precedenti, ma insomma stavolta dovrebbe essere quella buona.

SPRINT PER RODRIGO CAIO E VALENCIA – Il club biancoceleste sta facendo di tutto per accontentarlo, sta portando avanti trattative su più fronti e molte di queste sono in fase di definizione: c’è quella per Rodrigo Caio del San Paolo, difensore identificato come “ideale” dallo stesso Bielsa. L’offerta biancoceleste di circa 11 milioni complessivi tra prestito oneroso e diritto di riscatto ha convinto il club brasiliano, che libererà il suo giocatore non appena avrà concluso l’avventura in Libertadores: la sconfitta casalinga per 2-0 di stanotte nella semifinale di andata contro l’Atletico Nacional (in cui è rimasto in campo 90 minuti), lascia supporre che la gara di ritorno in programma il 14 luglio possa essere l’ultima di Rodrigo Caio con la maglia del “Tricolor”. Va avanti pure la trattativa con il West Ham per l’attaccante ecuadoriano Valencia, individuato dal ds Tare e gradito al “Loco”. Il club londinese ha accettato la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto, ora c’è da trovare l’intesa sull’importo complessivo: la Lazio si è spinta fino all’offerta di 2,4 milioni subito, più altri 11 a fine stagione. Gli Hammers ne vorrebbero circa 2 in più.

CONTATTO TELEFONICO CON PATO, PIACE BEAUSEJOUR – Per caratteristiche fisiche e tecniche, però, Valencia è più seconda punta che centravanti. Ecco perché la Lazio ha accelerato per Alexandre Pato, attaccante del Corinthians. Mercoledì sera il suo agente Gilmar Veloz è stato negli uffici di Lotito di Villa San Sebastiano, da lì ha contattato telefonicamente “il Papero”, prospettandogli la possibilità di tornare in Serie A per vestire la maglia biancoceleste. L’ex Milan si è preso del tempo per ragionarci insieme alla famiglia, a breve darà una risposta. Se sarà positiva, la Lazio chiuderà l’operazione con il Corinthians, che è pronto a cederlo a meno di 3 milioni pur di evitare di perderlo a zero a dicembre: per il 26enne brasiliano invece è pronto un quadriennale da 1,8 milioni a stagione. Poco meno di quello che è stato offerto al terzino del Barcellona Adriano, che in questi giorni dovrebbe riuscire a risolvere finalmente la questione cartellino, liberandosi anche dal fondo di investimento che detiene il 30% del cartellino. Oltre a lui piace molto anche l’esterno Jean Beausejour, cileno svincolato che ha già lavorato con Bielsa.

CANDREVA, IL NAPOLI FA SUL SERIO E SUPERA IL CHELSEA – Non solo movimenti in entrata. Per finanziare tutte queste operazioni la Lazio deve necessariamente cedere. Il Besiktas fa sul serio per Onazi (un’operazione che garantirebbe almeno 7 milioni), ma la cessione che permetterà di fare mercato è quella che riguarda Antonio Candreva. Il Napoli ha appena superato il Chelsea nella corsa per l’esterno azzurro, visto che De Laurentiis ha presentato un’offerta ufficiale a Lotito per l’esterno azzurro: circa 24 i milioni (bonus esclusi) messi sul piatto. “È vero, c’è una trattativa in corso”, ha confessato lo stesso presidente biancoceleste ai microfoni di RadioKissKiss. Vuole però qualcosa di più, magari sperando in un rilancio del Chelsea di Conte. Non appena sarà perfezionata la cessione di Candreva, ci si muoverà per prendere il suo sostituto, identificato in Florian Thauvin del Newcastle. La carne sul fuoco è tanta, insomma. La dirigenza biancoceleste sarà costretta agli straordinari se vorrà consegnare prima possibile una rosa vicina a quella definitiva al nuovo tecnico Bielsa. E dovrà riuscirci, perché in questa già folle relazione con il “Loco” il rischio è sempre dietro l’angolo.

es_ES
it_IT
en_US