Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
23 mag

Lazio, Inzaghi con Lotito si va avanti insieme. Ma Biglia è in bilico e Keita vuole la Juve

Inzaghi e Lotito, primi contatti per il rinnovo. La firma è solo una formalità, l’allenatore (attualmente sotto contratto fino a giugno 2018) prolungherà fino al 2019 e, soprattutto, vedrà quadruplicato a un milione l’attuale stipendio di circa 250mila euro a stagione. Con i vari bonus arriverà a sfiorare l’1,5. Ma quello che più sta a cuore all’allenatore biancoceleste è altro: le garanzie tecniche. Ne ha parlato nelle ultime interviste, lo ribadisce al presidente Lotito: Inzaghi vuole che vengano trattenuti i suoi giocatori più forti, Biglia su tutti. Lui, il capitano, è considerato un elemento imprescindibile, il suo allenatore in campo. Ecco perché Simone è molto preoccupato per il blitz del Milan nella giornata di lunedì per l’argentino.

Al quale sono stati offerti 3 milioni di euro l’anno per tre stagioni: una proposta che sta facendo riflettere “El Principito”, insieme al suo agente Enzo Montepaone (che domani lascerà di nuovo l’Italia). Anche in questo caso a fare la differenza non è tanto la questione economica (l’offerta della Lazio con i bonus è molto simile a quella rossonera), ma l’ambizione del giocatore. A Roma sta bene, si sente importante. Ma anche lui vuole essere certo che la squadra possa competere ad alto livello su tre competizioni e che il progetto vada avanti nella direzione tracciata in questa stagione.

Diverso, ma altrettanto importante, il discorso relativo a Keita. Anche nel suo caso la Lazio sta facendo di tutto per trovare un’intesa, ma la frattura con l’agente sembra essere insanabile. Ecco perché il club biancoceleste ha aperto la porta al Milan per la cessione a circa 30 milioni di euro. Il problema, però, è che il senegalese preferisce il bianconero al rossonero. E pur di andare alla Juve è pronto a non rinnovare il contratto, restare un anno a Roma e andarsene poi a parametro zero. Una soluzione che, ovviamente, farebbe infuriare Lotito.

A sbloccare lo stallo potrebbe arrivare un terzo incomodo, il Liverpool: i Reds lo vorrebbero in Premier League come erede di Coutinho, destinato al Barcellona. Avrà

molto da pensare, Keita. Tra poco se ne andrà in vacanza e aspetterà novità. Di certo non andrà a Crotone, grazie alla squalifica “guadagnata” con la prima inutile ammonizione contro l’Inter. Avrebbe evitato invece molto volentieri la seconda, per quel rigore trasformato in simulazione da Di Bello. A proposito, oltre al danno la beffa: il senegalese è stato multato di 2mila euro dal giudice sportivo “per aver simulato”.

es_ES
it_IT
en_US