Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
8 nov

Lazio, Inzaghi lo arretra: Felipe non ci sta. E’ confronto tattico

FELIPE Anderson è tornato quello di due anni fa, ma vuole giocare nella sua posizione preferita. In attacco, da ala destra con licenza di inventarsi trequartista per confezionare assist o andare al tiro (potente e preciso, con entrambi i piedi). Non fa polemiche, non alza la voce, si adatta, però nel ruolo di laterale nel 3-5-2 non si ritrova, fatica, spreca energie che sarebbero utilissime in fase offensiva.

Vorrebbe far girare la testa al difensore che prova a marcarlo, invece di (in)seguire il terzino che gli scappa alle spalle. Ne ha parlato con Inzaghi, gli ha fatto capire le sue idee (d’altronde il tecnico le conosceva bene), ma continuerà a giocare dove l’allenatore deciderà. Sull’argomento, Inzaghi difende le proprie convinzioni: “In alcune partite – sottolinea Simone – gli chiedo dei sacrifici, Felipe infatti può essere determinante anche se parte più dietro perché atleticamente è dotato”. Insomma il famoso ruolo alla Cuadrado nel 3-5-2, senza perdere però la consapevolezza che Anderson il meglio di sé lo dà nell’altra posizione, esterno offensivo del 4-3-3. Esattamente come il colombiano della Juve, non a caso schierato da ala destra domenica a Verona.

E Inzaghi farà lo stesso con Felipe dopo la sosta, quando potrà giocare nel ruolo preferito contro il Genoa. Il tecnico lo elogia a Tiki Taka: “È un grandissimo talento, con ampi margini di miglioramento. Non sa ancora quanto sia forte”, dice l’allenatore. Che ascolta i suoi giocatori e le loro esigenze ma poi prende le proprie decisioni e tutti devono adeguarsi.

Anche

così Inzaghi si è guadagnato la stima e il rispetto dei senatori, che ne condividono metodi e attenzione alla disciplina: “Il mister è vero in tutto quello che fa, trasparente e aperto”, il giudizio di Parolo nell’intervista a Repubblica. E i giovani hanno imparato bene la lezione: “Solo lavorando tanto ogni giorno – dice Patric a Lazio Style – possiamo restare in alto. Siamo quarti, ma tutti sappiamo che non possiamo mollare nulla”. Promosso.

es_ES
it_IT
en_US