Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
25 feb

Lazio, Inzaghi sfida l’Udinese con la testa al derby “Settimana decisiva”

Guarire dal mal di gol all’Olimpico prima del derby. Questa è la missione della Lazio, oggi contro l’Udinese. Neanche una rete su azione nelle ultime due partite in casa contro Chievo e Milan, nonostante i 51 tiri totali: la Biancoceleste deve ritrovare concretezza e cinismo sotto porta anche davanti ai propri tifosi, visto che in trasferta sa colpire con una certa naturalezza. Simone Inzaghi si affida allo stesso tridente che aveva steccato contro i rossoneri, cioè Felipe Anderson più Immobile più Keita.

L’attacco titolare, insomma, nonostante la sfida con la Roma di mercoledì: «Al derby non pensiamo, siamo concentrati solo sull’Udinese perché questa è una partita da vincere », tuona il tecnico biancoceleste. Che vuole risalire in classifica prima di dedicarsi al confronto più atteso dai tifosi: «I miei si sono allenati bene, sanno che l’impegno è complicato perché l’Udinese cerca il riscatto dopo due sconfitte immeritate. Le scelte di formazione? Devo valutare bene, è una settimana importante, con tre gare difficili».

L’idea è ridurre al minimo il turnover, che pure ci sarà. Possibile per esempio che Milinkovic parta in panchina, per poi entrare nella ripresa in caso di necessità: «Viene da un periodo intenso, è un generoso, vedremo», taglia corto Inzaghi, l’allenatore che ha raccolto più punti nell’era Lotito (nessuno era arrivato a 47 punti in 25 giornate). Centrocampo quindi con Murgia, Parolo e Lulic, mentre in difesa il tecnico deve sceglierne due tra de Vrij, Wallace e Hoedt: dovrebbe riposare quest’ultimo,

sicuro di giocare con la Roma. Sulle fasce vedremo Patric a destra e Radu a sinistra, squalificati in Coppa. Non convocato Marchetti, a questo punto in dubbio anche per il derby, in porta di nuovo Strakosha. A tutti, Inzaghi chiede una prestazione di alto livello perché nella corsa all’Europa è vietato concedersi pause: «Ora conta solo battere l’Udinese, poi penseremo a quella semifinale speciale che abbiamo voluto con tutte le nostre forze».

es_ES
it_IT
en_US