Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
24 gen

Lazio, Leiva mister efficacia: ”Adesso non dobbiamo fermarci”

ROMA – In questa Lazio che dopo la vittoria sull’Udinese è terza in classifica da sola e in cui tutto funziona alla meraviglia, sono tanti gli ingredienti che hanno reso la ricetta di Inzaghi così deliziosa. Tra quelli più importanti, anche se meno appariscenti rispetto ad altri, c’è uno in particolare, che pure nell’ultima vittoria contro l’Udinese ha chiuso tra i migliori (se non il migliore) in campo. Si tratta di Lucas Leiva, l’ex centrocampista del Liverpool arrivato in estate per sostituire l’altro Lucas, Biglia, il capitano che aveva deciso di lasciare la Lazio per scegliere il progetto prospettatogli dal Milan. Oggi, a distanza di mesi, non c’è un tifoso biancoceleste che abbia qualche rimpianto.

GUARDA I GOL DI LAZIO-UDINESE

LUCAS LEIVA, UN RECUPERA-PALLONI DI QUALITÀ PER INZAGHI – Leiva ha conquistato tutti, con quella sua faccia pulita e la tremenda efficacia in mezzo al campo. Il brasiliano è ovunque, lo vedi sradicare il pallone dai piedi dell’avversario di turno in ogni parte del campo, ma allo stesso tempo anche far ripartire l’azione con le sue verticalizzazioni precise al millimetro e i lanci geniali, come quello che ha portato al gol di Milinkovic contro il Chievo. Tanta qualità insomma, ma soprattutto sostanza: guardando i dati della partita con l’Udinese, nessuno ha effettuato più passaggi di lui (71, di cui 64 a buon fine per una percentuale del 90%), effettuato più tackle (5) e recuperato più palloni, ben 17 (record stagionale della Lazio). Lucas Leiva è diventato un elemento imprescindibile per la squadra di Simone Inzaghi, nonché uno dei segreti che ha permesso di arrivare al terzo posto in classifica: “Quando sono arrivato in estate – ha raccontato a Premium Sport – sapevo che la Lazio aveva una squadra forte, l’anno scorso aveva fatto molto bene. Appena arrivato sono stato bene dal primo giorno e gradualmente penso che potrò dimostrare le mie qualità. Sono felice di stare qui”.

“ESSERE TERZI ORA NON CONTA, DOBBIAMO CONTINUARE A VINCERE” – Il brasiliano è già diventato un leader dello spogliatoio, dove sta mettendo a disposizione la sua esperienza in favore dei più giovani: “Quella con l’Udinese era una partita importante per noi, ma ce ne sono ancora tante da giocare fino a maggio. Dobbiamo continuare a vincere, non possiamo sbagliare. Adesso giocheremo più volte in una settimana, ma abbiamo recuperato bene e speriamo che contro il Milan si possa fare una buona gara. Il terzo posto? Tutte le squadre sono forti, a tre partite prima della sosta eravamo quinti, adesso siamo terzi. Ma questo non significa niente, dobbiamo continuare a vincere per restare lì. Speriamo di finire il campionato con una posizione da Champions League”. Poi sul prossimo impegno a San Siro con il Milan: “Il 4-1 all’andata è stata una sorpresa per tutti. Adesso giochiamo contro una squadra più forte di allora. Dobbiamo analizzare bene, recuperare prima e andare a Milano con fiducia per vincere la partita”. E continuando così, il brasiliano potrebbe anche riprendersi un posto nella Seleçao: “So che è difficile adesso, abbiamo poco tempo per il Mondiale. Però a marzo c’è ancora una sosta, se continuo a giocare bene e la Lazio va bene è normale che rimanga un mio sogno. Ma ora devo pensare solo alla Lazio e se un’opportunità arriva mi farò trovare preparato”.

es_ES
it_IT
en_US