Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
12 mag

Lazio, Lotito-Sampaoli, luci e ombre. Il nodo ingaggio: si tratta a oltranza

Il feeling c’è, l’accordo no. Lotito e Sampaoli hanno parlato tre ore e mezza, l’altra sera nell’hotel vicino al Colosseo che ospita il tecnico argentino, e si sono piaciuti. Anche se il colpo di fulmine non c’è stato: le idee, il carisma, la mentalità dell’ex ct del Cile farebbero al caso della Lazio, ma emergono delle controindicazioni. Soprattutto di natura economica: Sampaoli è considerato (e si considera) un allenatore speciale, il migliore del Sudamerica e tra i più bravi al mondo, e gli allenatori speciali costano cari. Ha chiesto, l’argentino, 3 milioni netti a stagione. Quindi c’è accordo sulla durata del contratto, due anni, non sull’ingaggio. Perché Lotito si è fermato a 2,2, già un record per lui.

Il mediatore Pastorello e l’avvocato di Sampaoli, Fernando Baredes, lavorano per ridurre le distanze, ma è dura. E il carattere poco malleabile del 56enne tecnico non favorisce la trattativa, che comunque va avanti. Per il ds Tare è l’uomo giusto per rivoluzionare la Lazio, Lotito riflette, Sampaoli aspetta. E ieri ha fatto il turista, si è goduto le bellezze di Roma, mentre è giallo sul blitz a Formello per ammirare il centro sportivo biancoceleste: fioccano le smentite, nessuno lo ha visto. Partirà oggi alla volta della Spagna: ascolterà le offerte di Espanyol e Valencia. Ma la Lazio è la sua prima scelta, si augura che la fumata diventi bianca. La società la prossima settimana vuole annunciare l’allenatore: Sampaoli o Inzaghi (Simone resta sereno), con Prandelli in corsa.

I tifosi intanto si dividono su Sampaoli. C’è chi è affascinato dalla sua personalità, e si augura che la rifondazione parta da lui. In tanti però manifestano dubbi: dal Sudamerica all’Italia, il salto è da brividi. Così vorrebbero un allenatore che non abbia problemi di ambientamento: meglio Inzaghi o Prandelli. Il dibattito è aperto, il mercato pure: incontro con il Pescara per il centravanti Lapadula, capocannoniere della B prenotato dalla

Juve. A centrocampo il nome nuovo è il cileno Mati Fernandez. In difesa si aspetta il sì di Adriano, bloccato dalla Lazio ma corteggiato anche dal Milan. Intanto è tutto pronto per il Klose-day di domenica: 9000 i biglietti venduti, si spera di arrivare a 40mila spettatori. E lui, Miro, tratta con l’Eintracht Francoforte: prima di tornare in Germania, l’emozionante abbraccio dei laziali. Perché Klose lo amano tutti, anche quelli che non ci saranno.

es_ES
it_IT
en_US