Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
9 lug

Lazio, Lotito tra Bielxit e rabbia ma i tifosi non ci stanno. “Serve un grande colpo”

E qualcuno, nei giorni del fiato sospeso, aveva parafrasato un famoso aforisma di Lessing: “E se l’attesa di Bielsa, fosse essa stessa Bielsa?”. Poi, alla notizia delle dimissioni, ci si è arresi, perfino senza perdere l’ironia: “Bielxit”. Però subito si è scatenato lo sfottò dei romanisti euforici (“Non è nella Lazio che gioca Totti? Allora scusate, ho sbagliato”) e l’autosfottò dei laziali addolorati: “Anche Bielsa non ha trovato un parcheggio a Roma”. E così via.

Di sicuro questa telenovela durata un mese e finita malissimo è diventato un boomerang micidiale per Lotito. Voleva portare Bielsa per prendersi una rivincita sui contestatori, per vendicarsi di chi lo ritiene incapace di grandi colpi e soprattutto di garantire il famoso salto- di-qualità alla Lazio. Lui d’altronde è fatto così: vive contro, non pro. Cioè l’ingaggio di Bielsa era una dimostrazione di forza da rinfacciare ai tifosi che lo detestano, più che un’operazione importante per la Lazio e la sua immagine internazionale. Ovviamente il fallimento dell’affare ha invece finito per peggiorare il rapporto con la gente: “Lotito non si rende conto che fa stare male le persone”, ci diceva un tifoso giorni fa, stavolta senza traccia d’ironia. Si sentono davvero prigionieri di un’ossessione, vogliono che Lotito liberi la Lazio anche per ritrovare loro stessi la leggerezza perduta. Gli spieghi che forse non è giusto che l’astio per un presidente possa scalfire l’amore per una squadra, ti guardano come uno che non ha capito niente.

Lui, Lotito, è consapevole che la delusione seguita all’illusione alimenterà la protesta. Ad Auronzo, all’Olimpico, ovunque. Bielsa avrebbe riportato i tifosi allo stadio, ora si annuncia un’altra stagione con le tribune semivuote. Certo non servirebbe vincere la causa contro il Loco, può aiutare invece un grande colpo di mercato. L’atmosfera è incandescente, un contributo positivo può darlo la lazialità di Simone Inzaghi: “Con me i tifosi sono sempre gentili, mi danno fiducia “, dice, e sembra appena atterrato da un altro pianeta. In questo, cioè nel pazzo mondo Lazio, c’è Lotito che a Formello dice la sua sul dopo- Bielsa e poi impedisce ai giornalisti di porgli domande: “Perché non parlo più, ho chiuso con

i mezzi di comunicazione “, sentenzia fiero del suo isolamento sempre più evidente. Alcuni cronisti polemicamente escono dalla sala, chi resta cerca lo stesso di chiedere qualcosa, per esempio sul curioso caso Prandelli, ma niente da fare. La guerra contro tutto e tutti non ammette deroghe. Allora Bielsa forse gli ha fatto un favore: sempre più odiato, sempre più solo (scorta a parte), una meraviglia. Autolesionista come i laziali doc. E poi gli danno del romanista…

es_ES
it_IT
en_US