Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
11 giu

Lazio, Mauricio tifa Jardel, Aquilani e Slimani in biancoceleste

La Lazio è una famiglia accogliente e lo sarà anche per coloro che arriveranno”. Mauricio si fa sponsor del club biancoceleste, indossando i panni di ambasciatore nei confronti degli obiettivi che la società sta seguendo nel campionato portoghese. Arrivato a Roma nel 2015 proprio dallo Sporting Lisbona, il difensore brasiliano caldeggia i nomi che la Lazio ha appuntato sul proprio taccuino. Tre in particolare: il connazionale Jardel del Benfica, l’ex giallorosso Aquilani e l’attaccante algerino Slimani (entrambi allo Sporting): “Sono tutti giocatori esperti e che possono giocare ad alti livelli anche in altri club”, assicura Mauricio in un’intervista concessa in Portogallo. Eppure, proprio lui potrebbe salutare la Lazio quest’estate: nelle trattative delle ultime settimane, Lotito e Tare hanno provato a inserirlo come parziale contropartita tecnica. L’eventuale arrivo di Bielsa potrebbe comunque cambiare le carte in tavola, azzerando le gerarchie e concedendo magari chance insperate a giocatori che finora a Roma non hanno convinto.

Nell’ultima stagione Mauricio ha collezionato 36 presenze tra campionato e coppe, senza riuscire a bissare i traguardi raggiunti nei suoi primi sei mesi in maglia biancoceleste: “Nella mia prima stagione sono stato titolare e abbiamo conquistato un posto in Champions League, cosa che non accadeva da otto anni. Quest’anno invece non abbiamo tenuto lo stesso passo, ci è mancata la fiducia. Abbiamo imparato molto da questa stagione complicata, ora dobbiamo tornare a lottare per ottenere risultati migliori nel prossimo campionato”.

Per la prima volta dal 2011, la Lazio dovrà fare a meno di una leggenda come Miro Klose: “È una persona fantastica, molto professionale e cordiale. Gli sono grato – spiega Mauricio – per il mio rapido adattamento al calcio italiano. È uno che s’impegna molto ad aiutare le persone. Quando sono arrivato in Italia, si è preoccupato sempre di guidarmi

nel mio inserimento, giorno per giorno. E poi è sempre il primo ad arrivare e l’ultimo a lasciare gli allenamenti”.

Tra gli obiettivi della prossima stagione, Mauricio spera anche di coronare un altro sogno: “Vestire la maglia della Nazionale, difendere il mio Paese è qualcosa che mi riempie di orgoglio. Lavoro molto per raggiungere questo obiettivo e i buoni risultati nella Lazio possono aiutarmi ad avere questa opportunità”.

es_ES
it_IT
en_US