Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
22 feb

Lazio, Murgia farà il Biglia. Djordjevic aiuta Ciro

Il momento è topico, fondamentale gestire bene le energie. «La Lazio è pronta per il prossimo tris di partite», assicura il preparatore atletico Ripert. Udinese, derby e Bologna in otto giorni, bisogna correre forte perché ci si gioca Europa e Coppa Italia: «La squadra dev’essere al 90% della condizione per tutta la stagione, senza alti né bassi», sottolinea Ripert. Ieri i titolari più affaticati non si sono allenati, decisivo dosare i carichi di lavoro: «Considerando le tante partite da affrontare in poco tempo, ad alcuni giocatori come Biglia, Immobile e Patric abbiamo concesso ulteriori 24 ore di recupero: loro stanno seguendo una fase di recupero preventiva personalizzata». A riposo anche de Vrij e Milinkovic, che probabilmente contro l’Udinese non giocheranno dall’inizio: inevitabile il turnover in vista del derby di Coppa.

Inzaghi poi deve sostituire lo squalificato Biglia ed è orientato a rilanciare Murgia: l’ultima volta che il giovane centrocampista era stato schierato nella formazione titolare, contro l’Inter a Milano in Coppa Italia, la sua prova aveva convinto tutti. Adesso è chiamato a ripetersi in un’altra partita delicata e da vincere, per sfruttare il turno ipoteticamente favorevole (Inter e Atalanta saranno impegnate con Roma e Napoli, il Milan con il Sassuolo in trasferta). Possibile novità anche in attacco: Djordjevic si sta allenando bene, il tecnico pensa di concedergli una chance come spalla di Immobile. L’idea anti- Udinese è

un 4-3-1-2 con Felipe Anderson trequartista alle spalle delle due punte. Mentre per il derby la soluzione più probabile è un 3-4-2-1, lo stesso modulo della Roma: Bastos, de Vrij e Hoedt in difesa; Basta, Parolo, Biglia e Lukaku la seconda linea; Anderson e Milinkovic alle spalle di Immobile. Ma è presto per pensarci: «Siamo carichi per la gara con l’Udinese — assicura Ripert — e solo al fischio finale inizieremo a concentrarci sul derby».

es_ES
it_IT
en_US