Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
9 mag

Lazio, ora anche i tifosi votano Inzaghi

In una frase di Inzaghi, la sintesi del fallimento stagionale: “Una rosa così doveva qualificarsi almeno per l’Europa League”. Invece la Lazio è matematicamente ottava, evita i preliminari di Coppa Italia ma trattasi di magrissima consolazione. Di positivo c’è che il nuovo tecnico ha rigenerato la squadra e ora si aspetta la conferma. In realtà Lotito e Tare decideranno lunedì, subito dopo la fine del campionato: Inzaghi dovrà vedersela con Prandelli e la pista straniera, ma la vittoria – la quarta in sei gare – contro il Carpi rafforza la candidatura di Simone. Che si è affidato a Klose, Keita e Onazi per cambiare la Lazio. Poche mosse tattiche, ma indovinate. Poi ha saputo subito conquistare la fiducia del gruppo, che ora lo sponsorizza senza remore.

Anche dal punto di vista psicologico, Inzaghi dimostra qualità importanti: Felipe Anderson è uscito dal campo deluso per la sostituzione (tra l’altro giustissima, bisognava rafforzare il centrocampo), il tecnico è andato subito ad abbracciarlo. Dettagli che possono fare la differenza: l’esperienza nel settore giovanile è servita, Simone merita una chance nel calcio che conta. E piace anche ai tifosi, che ne hanno sempre apprezzato la lazialità e ora stanno scoprendo un allenatore in gamba. Sembrava impossibile

la sua conferma, dopo la beffa di Genova: invece ha costretto Lotito e Tare a riflettere, la prossima settimana la decisione. Di sicuro il presidente, 59 anni ieri, vuole evitare un’altra stagione così deludente: “Risultati da non ripetere, lavoriamo per riscattarci l’anno prossimo”. Solo 1500 intanto i biglietti venduti per il “Klose-day” di domenica contro la Fiorentina: si spera che il saluto al campione abbia una cornice degna dell’evento.

es_ES
it_IT
en_US