Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
8 mar

Lazio, Parolo: “Gol di Immobile più pesanti di quelli di Belotti”. Keita: festa e ritardo agli allenmenti

ROMA – Mattinata piena di impegni per i giocatori della Lazio. Prima l’ennesima tappa stagionale del tour “la Lazio nelle scuole”, cui hanno preso parte Marchetti, Hoedt e Lombardi. Poi i test M.A.T. di analisi del movimento per la prevenzione degli infortuni, presso la clinica Isokinetic, a cui si sono sottoposti Parolo, Immobile e Marchetti.

HOEDT: “CON DE VRIJ ACCANTO È TUTTO PIÙ FACILE” – Nel primo appuntamento è stato Wesley Hoedt a concedersi alle domande dei cronisti. “I piccoli tifosi sono importanti per noi, è sempre bello partecipare a queste iniziative”, il commento del difensore olandese, che ha appena ricevuto la sua prima chiamata dalla nazionale maggiore: “Sono in un momento molto positivo, ma è solo una pre-convocazione. Il mio pensiero numero uno è rivolto alla Lazio, poi vedremo cosa succederà con l’Olanda”. Di certo con de Vrij accanto è migliorato molto in questa stagione: “Lui è fortissimo, tra i più forti d’Europa. Ma anch’io sono cresciuto tantissimo, grazie anche al suo aiuto. Insieme giochiamo benissimo”. E pensare che a gennaio era stato vicino a un trasferimento in prestito: “Ho un contratto con la Lazio, sono sempre stato con la mente qui. Anche quando non ho giocato, ho lavorato duro, e adesso è arrivato questo momento. In ogni caso non ho ancora fatto niente, ho ampi margini di miglioramento”. Così come la Lazio, in lotta per l’Europa: “Pensiamo partita dopo partita, stiamo facendo bene ma mancano ancora 11 gare. Vogliamo vincerle tutte, poi vedremo dove saremo arrivati. Se guardiamo troppo avanti poi sbagliamo, ora è importante solo la sfida di lunedì”.

PAROLO: “NON FACCIAMO TABELLE, CONTINUIAMO COSÌ” – Nell’altro appuntamento mattutino, invece, è stato Parolo a fare il punto della situazione in casa biancoceleste: “Questo turno di campionato – ha detto a Mediaset – può essere favorevole, ma dobbiamo metterci la cattiveria giusta. Se continuiamo così possiamo fare un finale di campionato buono e mantenere la posizione che abbiamo ora”. La Lazio avrà poi il piccolo vantaggio di giocare dopo le dirette concorrenti: “Può aiutare, perché sai che devi vincere e ti dà lo spirito per non mollare. Meglio che gli altri ci mettano pressione per spingere al massimo”. Contro il Torino sarà anche la sfida tra Immobile e Belotti: “Sono forti, in Nazionale stanno facendo bene. Ciro sta facendo un’ottima stagione e anche se ha segnato meno di Belotti, i suoi gol sono stati più pesanti. Sono orgoglioso di giocare con Immobile e di far parte di un’Italia con due grandi giocatori come loro”. Tornando alla Lazio, però, c’è da pensare a un terzo posto che ora sembra alla portata: “Dobbiamo cercare di continuare su questa strada. Partita dopo partita, continuando a pedalare. Se facciamo tabelle rischiamo di perderci di vista quello che è il risultato”.

RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI: KEITA IN RITARDO DI UN’ORA – Nel pomeriggio poi al centro sportivo di Formello sono ripresi gli allenamenti e Inzaghi ha potuto sorridere per il ritorno in campo di Lucas Biglia. L’argentino non ha svolto tutta la seduta insieme al resto dei compagni, ha evitato di lavorare quando c’era da usare il pallone per non correre rischi. Ma insomma si tratta di un passo avanti importante in ottica di un suo potenziale recupero per la partita con il Torino. Se il capitano è la nota lieta dell’allenamento, quella negativa è invece rappresentata invece da Keita. Lo spagnolo, che aveva ricevuto un permesso da parte della società per festeggiare il suo 22esimo compleanno a Barcellona ieri notte, è arrivato al centro sportivo con un’ora di ritardo, iniziando così la seduta dopo i suoi compagni di squadra.

es_ES
it_IT
en_US