Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
27 ago

Lazio, perla di Milinkovic: vittoria d’oro. Keita verso l’Inter

Ci pensa Sergej Milinkovic, con un gran destro da fuori area a pochi secondi dal 90′, a realizzare il gol del 2-1 sul Chievo ed evitare il secondo scialbo pareggio consecutivo per la Lazio dopo quello con la Spal. Lo sa bene Inzaghi, che esulta come se fosse ancora un calciatore e corre ad abbracciare per primo il centrocampista serbo, travolto poi da tutto il resto dei compagni di squadra. Prima la rete di Pucciarelli aveva reso inutile il gol del vantaggio di Immobile, arrivato al suo 29esimo centro con la Lazio: ora è il club con il quale ha segnato di più in carriera, con Torino e Pescara si era fermato a 28.

Ma fino alla perla di Milinkovic è solo una delle poche note positive di un attacco troppo prevedibile: le assenze di Keita e Felipe Anderson si sentono, così come accaduto con la Spal. Inzaghi prova a compensare prima con Luis Alberto in supporto di Immobile, poi con Caicedo al fianco del centravanti azzurro. La squadra biancoceleste va però solo per vie centrali e si accende con gli acuti di Milinkovic e Luis Alberto non sfruttati da Immobile. Il direttore sportivo Tare resta certo della bontà del progetto: “Prima della Supercoppa non eravamo presi in considerazione. Poi dopo quella partita è cambiato tutto. Il nostro obiettivo non cambia. A Roma passare dalle stelle alle stalle è un attimo. La squadra è ben costruita, con giovani di prospettiva. Vogliamo sempre arrivare in Europa”.

Ora la Lazio può concentrarsi solo sugli ultimi giorni di mercato: “Un difensore – spiega Tare – lo prenderemo, non so se sia Paletta. Ogni giorno le cose cambiano e noi parliamo a cose fatte”. I contatti con i manager dello stopper in uscita dal Milan vanno avanti: il 23enne polacco Jaroslav Jach dello Zaglebie Lubin resta l’alternativa. Da monitorare anche la situazione del terzino destro spagnolo Patric, nemmeno convocato per la partita di ieri. in attacco invece a tenere banco è sempre la situazione di Keita.

Il senegalese e il suo agente sembrano orientati a prendere in considerazione l’ipotesi nerazzurra, il ds laziale frena: “Non penso che l’Inter sia una pista percorribile. Sono molto lontani dalle nostre richieste. Monaco? Su di lui non ci sono solo loro, ma anche altre società Troveremo la soluzione migliore per tutti”. In realtà i nerazzurri restano in ballo, anche perché hanno appena ceduto

Jovetic proprio al Monaco per 11 milioni e potrebbero alzare la proposta alla Lazio, attualmente ferma a poco più di 20 milioni (bonus compresi).

L’attaccante montenegrino era uno degli obiettivi biancocelesti per il dopo-Keita, ora restano in piedi le piste per Niang del Milan (che tratta con il Torino: richiesta 18 milioni, offerta 12) e Manolo Gabbiadini: i rapporti con il Southampton sono ottimi (vedi affare Hoedt), ma l’operazione prevede costi molto alti.

es_ES
it_IT
en_US