Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
2 nov

M5s, un tecnico di Raggi a ‘scuola’ di raccolta differenziata dal nemico Pizzarotti

ROMA – A scuola di rifiuti da Federico Pizzarotti. Non ci è andato un Comune qualsiasi, stavolta, a studiare la raccolta differenziata di Parma. Ma il Comune di Roma, attraverso il nuovo consulente dell’Ama Roberto Cavallo. Un tecnico – esperto di rifiuti zero, già consulente per la regione Piemonte e giovanissimo assessore all’ambiente nel comune di Alba – che a differenza di Paola Muraro incarnava perfettamente lo spirito ambientalista del M5s.

Ma che al Movimento – quando gli chiesero di entrare in giunta – ha detto no, pur dichiarandosi disposto a collaborare. Così, uno dei primi passi dell’emissario di Virginia Raggi, sindaca di Roma, è stato andare a vedere quel che ha fatto il nemico numero uno dell’ortodossia grillina. Quel sindaco di Parma entrato in contrasto con Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo proprio per via dei rifiuti, quando capì che non si poteva fermare l’inceneritore, ma che si poteva invece affamarlo il più possibile con la raccolta differenziata “spinta”, come la chiamano in città.

Autore del libro “Meno 100 chili”, fautore della teoria rifiuti zero, Cavallo ha collaborato da subito con l’assessora Muraro praticamente gratis. “Abbiamo avuto delle difficoltà ad inquadrarlo – ammette il deputato M5s Stefano Vignaroli – adesso però ha un contratto di consulenza. Dovrebbe occuparsi di prevenzione e raccolta differenziata. Non sapevo fosse andato a Parma, ma lo capisco. Anch’io ho incontrato più volte l’assessore ai Rifiuti Gabriele Folli, i loro risultati sono innegabili”.

Peccato che a Cavallo la sindaca Raggi stia chiedendo praticamente l’impossibile. Il progetto approntato era quello di applicare la differenziata porta a porta con l’abbandono dei cassonetti e la tariffazione puntuale entro la fine dell’anno prossimo in un municipio di Roma. “Troppo poco, troppo tardi”, gli hanno risposto dallo staff della sindaca. La giunta grillina ha drammaticamente bisogno di risultati subito. Del resto, sebbene Virginia Raggi neghi di esserne a conoscenza, il temuto “tagliando” dei vertici del Movimento sull’amministrazione romana è previsto a gennaio.

es_ES
it_IT
en_US