Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
13 giu

Olimpiadi, Montezemolo: “Basta polemiche, i romani le vogliono”

“Basta polemiche sulle Olimpiadi, stanno danneggiando l’immagine dell’Italia e di Roma. Il 50 per cento dei romani vuole i Giochi”. Dopo giorni di botta e risposta che stanno infuocando la campagna elettorale dei due candidati sindaco, Virginia Raggi (M5S) e Roberto Giachetti (Pd), a intervenire a gamba tesa sulle polemiche relative alla candidatura olimpica di Roma per il 2024 è il presidente del comitato promotore, Luca Cordero di Montezemolo. I Giochi, ha sottolineato, “saranno nel 2024 ma o si procede ora o non ci sarà più niente da fare”.

Un intervento deciso, in cui il presidente del comito ha anche ribadito che “le Olimpiadi sono un’occasione importante per tutti, per chiunque vinca le elezioni”. Il riferimento, chiaro, è alla candidata del Movimento Cinque Stelle Virginia Raggi, secondo cui fare i Giochi nella capitale sarebbe “un crimine” perchè la città “ha altri problemi, è soffocata da buche e traffico e bisogna prima pensare all’ordinario”. Il candidato del centrosinistra Giachetti, invece, ha ribadito più volte il suo appoggio alla candidatura, sottolineando che “le Olimpiadi sono una possibilità straordinaria che questa città ha per fare delle cose in più rispetto a ciò che già dobbiamo fare. Le Olimpiadi- ha precisato- valgono 170mila posti di lavoro e prevedono il prolungamento della linea metropolitana da Anagnina a Tor Vergata”.

Ma ora a inserirsi nel confronto sono anche alcuni membri italiani del Cio, che dovrà appunto scegliere la città che ospiterà i cerchi olimpici nel 2024. “Le altre candidature in questo momento sono portate avanti dai loro sindaci, Roma bisogna che si decida con chiarezza. Il politichese dal giorno dopo le elezioni deve scomparire perché altrimenti, e non escludo che qualche danno sia già stato fatto, l’immagine che diamo sarebbe deleteria” precisa l’ex presidente del Coni e membro del Cio, Mario Pescante. La speranza, per lui, è che l’elezione del nuovo primo cittadino ponga fine

alle polemiche. “Credo che dopo il ballottaggio-dice- per chi diventerà sindaco ci sarà anche maggior serenità di esaminare il problema e capire che, una volta riparate queste benedette buche, questa è l’unica concreta prospettiva per il futuro della città”.

E Franco Carraro, del Cio, aggiunge: “Il consiglio comunale un anno fa ha dato il via libera e spero che la città continui ad inseguire questo progetto”.

es_ES
it_IT
en_US