Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
10 nov

Ostia, padre-orco abusava da 6 anni della figlia undicenne

Abusava della figlia da quando aveva 5 anni e mentre aveva rapporti con lei la filmava. Ora la bambina di anni ne ha 11 e lui, N.L., un uomo di 42 anni di Ostia, è stato arrestato dalla polizia. L’indagine è cominciata su tutt’altro fronte, su una vicenda che riguardava una truffa per la vendita di un telefonino messa a punto dall’uomo nei confronti di una minorenne.

Gli investigatori dopo i primi accertamenti, sono riusciti a perquisire la sua abitazione, malgrado l’uomo avesse per settimane detto di trovarsi fuori Roma. Nella circostanza gli agenti durante un appostamento lo hanno sorpreso in compagnia della figlia mentre cercava di nascondere un computer e parte del materiale pedopornografico, trasportandolo in un carrellino per la spesa.

Dopo aver affidato la bambina di 11 anni a una vicina di casa, gli investigatori sono entrati nell’appartamento, rendendosi subito conto della gravità della situazione. In varie stanze, a completa disposizione della bambina, sono stati trovati dvd e riviste pedopornografiche; tra i giocattoli della minorenne anche un fallo in gomma.

Visionando e analizzando gli oltre 500 dvd con immagini pornografiche, di cui oltre 160 con immagini di minori, gli investigatori hanno scoperto che la protagonista principale di un filmato amatoriale era proprio la figlia del pedofilo che, tra quelle quattro mura domestiche, era costretta a rapporti sessuali con il padre. Nel filmato si intravedono immagini shock di abusi sulla bambina. In un “frame” si vede il “padre orco” baciare la propria figlia e la bambina rivolgersi verso chi la sta riprendendo, salutandolo con la mano e la frase: “ciao papà”.

La polizia Scientifica su disposizione della Procura, ha effettuato nell’abitazione fotografie e riprese degli ambienti domestici per comparare le immagini dei luoghi impressi nei supporti magnetici in cui l’undicenne era protagonista degli atti sessuali. Dato il quantitativo del materiale pedopornografico gli

agenti del commissariato di Ostia stanno indagando a 360 gradi nel mondo della pedo-pornografia, non escludendo che i filmati amatoriali possano essere stati immessi nel mercato del porno.

La minore che sarà ascoltata con la formula dell’audizione protetta, è stata affidata alla madre, separata dall’uomo da oltre cinque anni.

N.L. è stato portato in regime di isolamento nel carcere di Regina Coeli in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

es_ES
it_IT
en_US