Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
30 mag

Picchiò con una mazza da baseball una donna, poliziotto condannato a due anni

Colpita prima con uno schiaffo e poi ripetutamente con una mazza da baseball, tanto da mandarla in ospedale con fratture alle costole e al cranio. E’ stato condannato a due anni e nove mesi di reclusione il poliziotto accusato di aver pestato una dipendente Eni. Il fatto è avvenuto l’11 ottobre 2015 all’esterno dell’abitazione dove abita la donna, a Castel di Leva, e dove risiede anche l’agente, in un complesso di villette a schiera.

La sentenza è stata pronunciata dal giudice Francesco Rugarli al termine di una camera di consiglio di diverse ore. Il reato per il quale l’imputato è stato condannato è stato derubricato da tentato omicidio in lesioni gravi. L’agente in seguito alla denuncia della donna era finito in carcere per 3 mesi, a cui erano stati aggiunti altri 3 mesi di domiciliari, oltre

alla sospensione dal servizio.

Il tribunale ha stabilito per l’imputato anche il pagamento di una provvisionale di 30mila euro nei confronti della vittima. Il pm, nella sua requisitoria, aveva chiesto l’assoluzione del poliziotto per non aver commesso il fatto: “Non si può sostenere oltre ogni ragionevole dubbio la sua colpevolezza”. L’avvocato di parte civile, Giulia Dragoni, aveva chiesto invece un risarcimento danni di 150mila euro.

es_ES
it_IT
en_US