Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
28 mar

Reggio e Napoli, Lazio al bivio decisivo per la Champions

Due partite con la nazionale, due rigori segnati da romanisti contro di lui: prima De Rossi, ieri Dzeko. Per Strakosha il derby è già iniziato. In realtà in Albania-Bosnia gli ha segnato anche il suo compagno di squadra Lulic, un altro che con la stracittadina ha un feeling particolare. È mobilitazione per la sfida di Coppa: già 10mila i biglietti acquistati dai tifosi biancocelesti; ne sono a disposizione 20mila, compresi i tagliandi di Monte Mario.

Ma Inzaghi al derby non pensa, è concentrato sulla trasferta di Reggio Emilia. Sa bene, il tecnico, che è l’ultima chiamata per la Champions. Qualche giocatore dopo lo 0-0 di Cagliari ha già dato per sfumato l’obiettivo, ma Inzaghi tra oggi e domani, quando ritroverà a Formello tutti i nazionali, ha intenzione di convincere il gruppo che i giochi possono riaprirsi. Certo, devono realizzarsi due condizioni: che la Lazio batta il Sassuolo e che la Juve passi a Napoli, domenica sera. Così, nel giro di poche ore, i punti di distacco dalla zona Champions si ridurrebbero da 6 a 3, con la prospettiva di disputare poi lo scontro diretto con il Napoli in casa, all’Olimpico, la domenica successiva.

In ogni caso, sabato la Lazio deve vincere per non avere rimpianti. E non

può farlo, contro Berardi e soci, se giocherà come contro l’Udinese, prima del derby d’andata. Per questo Inzaghi è orientato a presentare la migliore formazione, a parte de Vrij. L’olandese recupererà, ma sarà risparmiato. L’idea è un 4-3-3 con Wallace e Hoedt coppia centrale e Biglia titolare. Poi, nel derby, difesa a tre: Bastos, de Vrij e Radu. In porta Strakosha, il portierino tormentato dai rigori calciati dai romanisti.

es_ES
it_IT
en_US