Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
9 nov

Roma, allarme dei commercianti di Ponte Milvio: “Dopo crollo hanno chiuso già sette negozi”

“Se non riapriranno subito via della Farnesina siamo pronti a fare causa al Comune”. Meditano una richiesta di risarcimento danni al Tar i commercianti di ponte Milvio, danneggiati dalla chiusura al traffico di via della Farnesina, da quando, il 23 settembre scorso, è crollata parzialmente la palazzina al civico 5. La presidente della Cna di Roma, Giovanna Marchese Bellaroto, lancia l’allarme: “Hanno già chiuso sette negozi, il Natale è alle porte e il rischio che altre attività possano fallire è concreta. Il Campidoglio ha il dovere di intervenire”.

La preoccupazione è fondata. La strage del commercio è già iniziata. La gioielleria in via della Farnesina è in liquidazione e sulla stessa strada hanno abbassato definitivamente la saracinesca un negozio vintage, un ristorante, una gelateria e un’enoteca. Stessa sorte per il negozio di abbigliamento e la rosticceria di via Orti della Farnesina. “Alcuni tra questi esercizi erano comunque in procinto di chiudere – fa notare Laura, una esercente “storica” di via della Farnesina – ma se il Comune non correrà ai ripari non saranno gli ultimi. Perché il via vai di possibili clienti è calato vistosamente mentre le spese corrono. I costi fissi non si possono contenere, tanti colleghi stanno licenziando il personale”. Il calo dei consumi ingenerato dalla zona rossa coinvolge tutte le tipologie commerciali: è in difficoltà anche l’edicola di fronte al Caffè Rispoli.

Stando così le cose il Natale dei commercianti si preannuncia magrissimo. “Chiediamo che il Campidoglio renda immediatamente percorribili strade e marciapiedi – aggiunge Bellaroto – è necessario che demoliscano il palazzo, ormai dissequestrato, e riaprano il transito verso piazzale di Ponte Milvio. Se così non sarà i negozi che hanno subito la deviazione dei regolari flussi di transito presenteranno una richiesta danni a carico del Campidoglio. Il Natale è già iniziato: i negozianti lo aspettano tutto l’anno per recuperare le perdite dovute alla crisi. Non si può restare a guardare”.

Il capogruppo dem al municipio XV, Daniele Torquati, annuisce. “Capiamo la difficoltà delle famiglie che hanno perso la casa – osserva

– ma è necessario che l’amministrazione rispetti anche il lavoro delle tante attività commerciali della zona”. Il municipio sta provando a creare una rassegna di eventi che possa richiamare le persone nelle strade chiuse al traffico. “Vogliamo mettere in campo una serie di eventi di richiamo – dice il minisindaco, Stefano Simonelli – il Natale deve spostarsi nelle strade a oggi difficilmente raggiungibili”. Intanto la crisi del commercio continua.

es_ES
it_IT
en_US