Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
2 giu

Roma, ancora caos rifiuti: cassonetti dati alle fiamme in periferia

Ancora caos rifiuti nella capitale, la situazione soprattutto in alcune zone di Roma appare ancora critica. Da Tor Bella Monaca a Ostia, cittadini esasperati dall’odore nauseabondo dei rifiuti hanno appiccato le fiamme ai cassonetti. I dipendenti Ama sono infatti in protesta dallo scorso 30 maggio per il mancato rinnovo del contratto che è bloccato da 29 mesi. Così, pochi ritiri e meno personale in turno, hanno messo la città in ginocchio con oltre 4mila tonnellate di spazzatura non ritirata.

E perché la situazione torni alla normalità, ci vorranno almeno due giorni. Intanto, da mercoledì sera è scattato un nuovo allarme con i residenti che hanno iniziato a dare fuoco alle zone riservate alla spazzatura. Otto gli interventi dei pompieri tra le otto di sera di martedì fino all’alba di mercoledì. Il primo intervento è stato necessario in via Tor Bella Monaca e via Ferruccio Mengaroni. Poco dopo via la Monachina alla Maglianella. Intorno alle 22 invece l’allarme è scattato al Portuense in via Ramazzini. Dall’una alle quattro del mattino infine, i vigili del Fuoco sono intervenuti al X municipio, in via Castel Gandolfo e via Carlo Livi.

Una situazione, quella dei rifiuti, che da giorni è al collasso. Già il giorno dopo

lo sciopero dei dipendenti Ama infatti, le strade della capitale sono state sommerse dall’immondizia. Una protesta che ha coinvolto il 70% dei lavoratori. Ma secondo i sindacati, addirittura 9 impiegati su 10 non hanno lavorato. E cattive notizie pure sui turni di lavoro: prima del 9 giugno l’azienda lavorerà con turni ridotti per almeno tre giorni consecutivi. Intanto, da quanto è stato possibile accertare ieri sono saltati almeno l’80% dei giri di raccolta.

es_ES
it_IT
en_US