Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
2 mar

Roma, arriva il bus telefonico per i rifugiati

Dalla Sicilia a Ventimiglia passando per Taranto, Como, Milano. Approda a Roma lunedì 6 marzo il “Tracing bus”, l’ufficio mobile della Croce Rossa (Cri) a bordo del quale i rifugiati, i richiedenti asilo e tutte le persone migranti hanno la possibilità di ristabilire un collegamento con i propri familiari, usufruendo di una telefonata di tre minuti e del supporto di operatori e volontari. Un progetto ideato dalla Croce Rossa olandese e reso possibile grazie alla collaborazione con Vodafone Olanda. Il camper è operativo in Italia dalla fine di gennaio: sarà lunedì a Roma, al centro di accoglienza in via Ramazzini, a Monteverde, da Lampedusa. Il progetto sta dando risultati: il 60 per cento delle chiamare finora è andato a buon fine. Così Aisha per telefono ha rivelato alla madre di essere stata imprigionata e violentata in Libia, “però con la testa ero lì al villaggio, mamma, solo il mio corpo era di quegli uomini”. E poi prega la madre di fermare le ragazze che vogliono intraprendere il suo stesso viaggio, “perché in Libia è un inferno”. Moussa invece è maliano, è riuscito finalmente a parlare con la moglie dopo tre lunghi mesi di silenzio e ha scoperto di essere diventato papà. Anche Gilbert non parlava con il padre da diversi mesi e quando ha sentito la sua voce al telefono non è riuscito a trattenere le lacrime. Queste e tante altre sono le storie che si nascondono dietro le telefonate dal “Tracing bus”. (a cura di LUCA MONACO)

es_ES
it_IT
en_US