Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
4 mar

Roma: cambia anagrafe senzatetto, più servizi e più controlli

La Giunta di Roma ha approvato sabato sera la delibera sul sistema di iscrizione anagrafica delle persone senza dimora che permetterà ai senzatetto di accedere ai servizi, contrastando d’altra parte abusi come le intestazioni di attività economiche presso gli indirizzi virtuali.

Lo ha riferito sul suo profilo Facebook l’assessore al Sociale del Campidoglio, Laura Baldassarre. “Con questa delibera”, ha spiegato, “si introduce il principio che anche coloro che hanno un alloggio precario possono chiedere l’iscrizione e accedere ai servizi. Si intende superare l’attuale sistema di iscrizione anagrafica virtuale, finora affidato ad associazioni terze, favorire la sua internalizzazione al fine di verificarne la corretta applicazione”. Si potrà inoltre contrastare l’uso distorto del servizio di iscrizione anagrafica come l’intestazione di attività economiche attribuite a senza fissa dimora presso gli “indirizzi virtuali”.

Il servizio di iscrizione anagrafica delle persone senza dimora in realtà esiste da anni, ora con la nuova delibera viene rimodulato viste le distorsioni nell’utilizzo accadute nel corso del tempo. “Con la perdita della casa viene meno il diritto all’assistenza sociale e sanitaria – prosegue la Baldassarre – ma nel 2000 una sentenza della Cassazione ha stabilito non solo che l’iscrizione all’anagrafe è un diritto del cittadino ma è anche un obbligo del funzionario comunale procedere all’iscrizione di quanti non siano più in possesso dei requisiti richiesti per farne richiesta”.

Con la Delibera approvata sono istituite 15 sezioni decentrate dell’indirizzo anagrafico denominato “Via Modesta Valenti”, mantenendo vivo il ricordo della donna senza fissa dimora morta 34 anni fa in strada a Roma dopo ore di agonia e senza ricevere soccorso. Agli Uffici demografici municipali verrà attribuita esclusiva competenza in merito all’accoglimento delle richieste di iscrizione da parte di persone senza dimora introducendo, come condizione di ricevibilità

della richiesta per l’iscrizione, l’attestazione della condizione soggettiva di disagio del richiedente da parte del Servizio Sociale”.

“L’iscrizione anagrafica per gli homeless non sarà valida quale sede legale di società o sede di impresa ed è prevista la cancellazione dal registro anagrafico per quelle persone che non siano più in possesso delle condizioni che hanno loro permesso l’accesso al servizio”, viene precisato.

es_ES
it_IT
en_US