Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
3 mar

Roma, caos al municipio IV: l’assessore offende l’elettrice M5S pentita e i suoi lo bacchettano

L’assessore perde le staffe, invita un’elettrice pentita a portare “fiori e torte” a politici e funzionari invischiati in Mafia Capitale e la maggioranza grillina è costretta a richiamarlo, scusandosi per la figuraccia. Siamo nel municipio IV, lo stesso del piccato botta e risposta tra la presidente Roberta Della Casa e la delegata al Bilancio e alla Trasparenza Emanuela Brugiotti, allontanata dalla giunta mentre era in maternità. La medesima circoscrizione della tassa sulle processioni di Pasqua. Se sul balzello che aveva scatenato l’ira dei parroci del Tiburtino la retromarcia era stata innestata in 24 ore, questa volta il dietrofront è arrivato in tempi record.

Ma procediamo con ordine, seguendo il singolare scambio epistolare ripreso dall’associazione di quartiere Vivere a Colli Aniene. A scatenare la più classica delle reazioni a catena è la lettera della signora Emanuela all’assessore ai Lavori Pubblici, all’Ambiente e alla Sicurezza Alessandro Pirrone. “Mi duole molto scrivere questa mail – ecco la premessa della cittadina – ma ormai a più di otto mesi dal cambio di amministrazione è il caso di tirare un po’ le somme. Vivo a Colli Aniene, ho votato Roberta Della Casa e sono molto delusa dalla mia scelta”. Lo sfogo è supportato da un elenco di motivazioni: sporcizia, cadute di rami, i lavori di manutenzione della scuola Balabanoff mai avviati. “Mi piacerebbe capire cosa impedisca a questa nuova amministrazione di fare la manutenzione ordinaria che la vecchia, tanto criticata da me, faceva regolarmente. Al peggio non c’è mai fine. Vi prego, illuminatemi “. Si chiude con un pizzico di ironia la missiva.

Forse non colta, perché la risposta dell’assessore, peraltro laureato in Pace e trasformazione dei conflitti ed esperto di disaster management, lascia di stucco: “Ci spiace davvero non averla risvegliata in Svizzera in solo otto mesi”, parte alla carica Pirrone. La conclusione – che ripesca uno dei refrain del M5S – è dello stesso tenore: “Per quanto alla vecchia amministrazione, le ricordo che ha partorito Mafia Capitale e se lei era tanto contenta può serenamente fare dei passaggi a Rebibbia o Regina Coeli a portargli fiori e torte”.

La replica imbarazza tutto il Movimento del municipio IV. Così sono i consiglieri a dover intervenire, bacchettando l’assessore:

“Il ruolo rappresentativo di tutte le forze democraticamente elette deve essere rispettoso delle opinioni di tutti i cittadini anche laddove fossero critiche. Il gruppo M5S Roma IV rimane schierato dalla parte dei cittadini”. L’opposizione, però, ormai è scatenata: “Nel caos grillino – commenta il capogruppo di FdI Gianni Ottaviano – questa ci mancava. Ora è tutti contro tutti: consiglio e giunta sono ai ferri corti e senza complotti “.

es_ES
it_IT
en_US