Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
28 mag

Roma, concorso ippico di Piazza di Siena: al Lazio la Coppa dei Giovani

Il Lazio chiude sul podio. Questa mattina al concorso ippico internazionale di Piazza di Siena il quintetto di cavalieri composto da Ascanio Tozzi Condivi, Olga Cerasi, Sofia Manzetti, Viola Maria Martini e Federica Tella ha regalato alla regione il trofeo della Coppa dei Giovani-Bruno Scolari. Un successo per il Lazio, che è così salito sul gradino più alto del podio seguita dai cavalieri del Veneto e della Toscana (terzi).

E sempre un italiano, Gianni Govoni, ha fatto risuonare l’inno di Mameli nella giornata conclusiva dell’84edizione del concorso ippico all’interno di Villa Borghese. Il cavaliere ha vinto infatti vinto il Premio Corriere dello Sport in sella a Bobolensky, battendo così l’inglese Michael Whitaker su Daedalus e, al terzo posto, il carabiniere Bruno Chimirri con il cavallo Kec Giorgia.



Tribune piene, nel pomeriggio, per assistere alla gara individuale più importante di Piazza di Siena, il Gran Premio Loro Piana Città di Roma (con ostacoli di 160cm di altezza altezza). A seguire, dopo le premiazioni del Master Fratelli D’Inzeo e Intesa SanPaolo, toccherà al Carosello dei ragazzi di Villa Buon Respiro (alle ore 19) e, alle ore 19.30 , a quello del 4° Reggimento dei Carabinieri a cavallo (entrambi a ingresso gratuito).

Tra i cavalli dell’Arma ci sarà anche Championesse d’Or, una cavalla gravemente ferita e salvata dai ricercatori dell’Enea di Roma. Grazie infatti a “One vet”, una pomata sviluppata nei laboratori capitolini, l’animale di sette anni è tornato in salute e potrà partecipare al carosello dei militari a Villa Borghese.

“Championesse nel 2005, durante una performance, ha riportato una gravissima frattura a una zampa, con l’esposizione dell’osso dello stinco e del tendine estensore anteriore” spiega Fiorella Carnevali, la ricercatrice dell’Enea che ha inventato l’unguento con Andrea van der Esch. Una lesione, quella della cavalla, che normalmente porta alla “pensione anticipata” o all’abbattimento. “Ma noi siamo riusciti a salvarla” ammette con soddisfazione Carnevali . L’unguento dell’Enea (una particolare composizione di iperico e olio di Neem) è infatti l’unico a livello mondiale in grado di controllare il cheloide, una patologia grave e tipica delle ferite equine. Sviluppato per uso animale, ora viene utilizzato anche per gravi lesioni di esseri umani (anche nel reparto ferite difficili dell’ospedale Cto della capitale). “Quella di Championesse d’Or è una guarigione che dimostra l’innovazione dell’unguento dell’Enea”

sottolinea il colonello veterinario Marco Argentieri, responsabile dell’infermieria quadrupedi del quarto reggimento dei cavalieri a cavallo.

E così, dopo mesi di riabilitazione e massaggi con la pomata, Championesse d’Or è guarita ed è tornata ad allenarsi con i 48 cavalli grigi e altrettanti di colore del carosello dell’Arma. Uno show che chiuderà stasera l’edizione 2016 del concorso ippico.

es_ES
it_IT
en_US