Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
25 feb

Roma, contro l’Inter Spalletti si gioca il primo jolly per la Champions

Battere Pioli vale un jolly da giocare tra sette giorni. La sconfitta del Napoli contro l’Atalanta offre un’occasione imperdibile a Spalletti: mettere in sicurezza il secondo posto in vista di un periodo scandito da 7 gare in 21 giorni. Si parte stasera a Milano, finirà il 19 marzo contro il Sassuolo, passando tra sette giorni per lo scontro diretto all’Olimpico contro la squadra di Sarri. Insomma: San Siro può consentire ai giallorossi di garantirsi un margine di vantaggio su Mertens e soci per evitare sorprese all’Olimpico. Anzi: un doppio successo – oggi e sabato – vorrebbe dire chiudere o quasi in via definitiva i giochi per l’accesso diretto alla prossima Champions. E avere l’occasione di dedicare energie in più alla ricerca di un trofeo, forse l’unica vera carta a disposizione della squadra per convincere l’allenatore a restare almeno un altro anno. Intanto il tecnico tornerà ad affidarsi, dopo l’esperimento fallito del turnover, ai soliti noti Che non cambierebbe nemmeno con le star dell’Inter: “Scambiare Dzeko con Icardi? Io tengo sempre i miei” giura. Recupera anche Manolas, uscito dolorante giovedì: tanto a Trigoria la sua precarietà futura è vissuta come un problema (e l’Inter la sta alimentando a colpi di offerte milionarie), tanto in campo resta uno dei cardini della squadra. L’unica concessione sulle scelte milanesi Spalletti la fa per lui: “Sta bene e gioca”.

In fondo la Roma giovedì contro il Villarreal ha fatto di tutto per dimostrare di non aver tante alternative pronte a sostituire i titolari senza farne sentire l’assenza. Spalletti prova a bluffare: “È quasi impossibile in questa settimana utilizzare sempre gli stessi”. Ma qualsiasi altra frase avrebbe voluto dire perdere un gruppo di giocatori – Rui, Grenier, Gerson, Vermaelen… – che si troveranno comunque a scendere in campo. Potendo scegliere, però – lo ha dimostrato nelle ultime settimane – Spalletti s’affiderà agli stessi di sempre. Non a caso, la Roma è la squadra che ha impiegato meno calciatori in questo campionato di serie A, appena 22 uomini: tre meno della Juve, 5 meno del Milan e 4 meno dell’Inter. E nell’ultimo mese il tecnico non ha mai cambiato più

di due giocatori tra una gara e l’altra di campionato: il segno di un equilibrio ritrovato che adesso – nel momento più caldo della stagione – Spalletti non pare orientato a stravolgere.

Anche la squadra ne è consapevole. Sul treno che li ha portati a Milano non ne hanno parlato, ma nello spogliatoio tra i giocatori sono tanti a dirselo: “In un mese ci giochiamo tanto, forse tutto “. Il primo jolly della stagione la Roma se lo gioca già stasera.

es_ES
it_IT
en_US