Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
8 nov

Roma, debuttano 25 nuovi bus, torna il controllore fisso. Raggi: “Metro C a Corviale? Valuteremo”

Debutto oggi sulle strade di Roma per i primi 25 bus nuovi di Atac, parte di un lotto di 150 acquistati in leasing negli scorsi anni dal Campidoglio. A presentarli stamattina, in un viaggio inaugurale sulla linea 558 da Torre Maura a Gardenie, il sindaco Virginia Raggi, l’assessore alla Città in movimento Linda Meleo e l’amministratore unico di Atac Manuel Fantasia. E dovrebbe tornare entro una settimana, almeno in via sperimentale, il controllore fisso dei biglietti sugli autobus dell’Atac. Per ora saranno 5 le linee scelte per fare questo test, che partirà entro la prossima settimana.

Secondo quanto si apprende sono la 046 (Anagnina), la 047 (Anagnina), la 106 (Grotte Celoni-Centocelle), la 107 (Grotte Celoni-Pantano) e la 507 (Anagnina-Grotte Celoni) le linee sulle quali verrà avviata la sperimentazione con i controllori a bordo annunciata questa mattina dal campidoglio in occasione della presentazione dei primi 25 nuovi autobus dell’atac. La sperimentazione partirà martedì 15 novembre. I controllori fissi agiranno in squadre composte da tre persone e saranno a bordo di cinque autobus. Ad essere state scelte sono state tutte linee periferiche.

Una prima prova è stata fatta oggi nel corso del viaggio inaugurale di uno dei primi 25 nuovi bus, in strada da oggi è destinate alle linee periferiche. I tre controllori a bordo hanno elevato anche alcune multe nel corso del tragitto dal Torre Spaccata a Centocelle.

“Ma tutti questi giornalisti avranno pagato tutti il biglietto?” ha ironizzato la sindaca nel viaggio inaugurale dei nuovi bus. “C’è fame di autobus e stanno arrivando, questo è il primo gruppo dei 150 – ha detto Raggi – Prima della prossima primavera saranno tutti in esercizio su strada. Ora stiamo facendo i collaudi e gli arrivi sono scaglionati nel tempo”. “Abbiamo in arrivo nuovi bus, compresi in fondi regionali e risorse deatinate al Giubileo, all’incirca altri 80 mezzi, contiamo di averli entro il 2017”, ha spiegato l’assessora alla Mobilità.

Da questa mattina i primi autobus circolano nella capitale, soprattutto nelle periferie: da Rebibbia a Tor Vergata, da Cinecittà a Grottarossa, da Torsapienza a Porta di Roma, da Tor Lupara a Saxa Rubra fino a Centocelle. Ad ora sono arrivati i primi 25 nuovi bus. Entro novembre saranno 60 in circolazione entro entro fine anno si toccherà quota 100 visto che a dicembre è previsto l’arrivo di altri 40 mezzi. I restanti 50 saranno operativi nei primi due mesi 2017. I 150 mezzi sono stati acquistati tramite leasing finanziario e la fornitura totale e costata circa 51milioni e 531mila euro.

Metro C Nel corso del viaggio inaugurale la sindaca è tornata anche sulla questione Metro C e sulla possibilità di una variante di progetto per portare la Metro C fino a Corviale. “Come abbiamo detto la Metro C arriva a Colosseo, poi siamo aperti a varie ipotesi che stiamo già studiando. Sicuramente la mobilità è un punto centrale di questa amministrazione, abbiamo bisogno di agevolare il più possibile i trasporti pubblici. Tutte le opzioni saranno analizzate”. “I lavori arriveranno fino a Colosseo e poi dovremo riprogettare una città a 360 capendo quali sono le infrastrutture migliori da collocare sia nel centro sia nel parti più periferica. C’è un disegno generale”, ha spiegato invece l’assessora alla Mobilità Linda Meleo.

Sciopero e buco Atac. L’amministratore unico di Atac Manuel Fantasia ha invece parlato dello sciopero indetto dai sindacati per il 15 novembre. Lo sciopero, ha argomentato Fantasia, “è stato indetto

perché Atac non avrebbe consentito ai lavoratori di fare un referendum. Atac non ha fatto questo, Atac non ha concesso i locali aziendali per fare un referendum”. Fantasia ha poi parlato del bilancio della municipalizzata. “Ribadisco che la storia dei 120 milioni di presunto buco a fine anno è assolutamente infondata, una bufala. Questa azienda rispetterà il budget e non avrà assolutamente bisogno di ricapitalizzazione”.

es_ES
it_IT
en_US