Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
11 feb

Roma, Di Maio: “Berdini? Raggi sta prendendo una decisione. Stadio sì, ma rispettando nostri valori”

“Con molta franchezza dico che ho giudizio personale su Berdini molto chiaro. So che la sindaca Raggi sta prendendo una decisione” e che ciò avverrà “presto”. Il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, ospite di “In mezz’ora” su Rai Tre torna sul caso dell’assessore all’Urbanistica del Campidoglio, finito nella bufera dopo le sue dichiarazioni sulla sindaca di Roma Virginia Raggi pubblicate della Stampa. E sulle vicende giudiziarie della sindaca, indagata per abuso d’ufficio e falso, chiarisce: “Dimissioni di Raggi in caso di rinvio a giudizio? Il nostro codice etico è sempre stato chiaro: le dimissioni si avranno con la condanna in primo grado”.

Sul caso dell’ex capo del Personale del Campidoglio Raffaele Marra, arrestato a dicembre scorso, Di Maio spiega: “Io faccio il referente per gli enti locali nel M5S ed e’ una cosa difficile – ha aggiunto Di Maio -, in questi anni ho incontrato decine di rappresentanti degli enti locali, ho incontrato anche Marra e in quel caso il movimento chiedeva a Virginia Raggi, gia’ dall’estate 2016, di rimuovere quel signore dal suo incarico. Dopo quell’incontro ho continuato a chiedere alla sindaca di rimuoverlo, la Raggi su questo si e’ gia’ scusata, ora su Roma siamo partiti con una nuova fase”. “Forse abbiamo sottovalutato la radioattività dell’amministrazione capitolina, del fidarsi di qualcuno che poi finisce in galera per corruzione e che non era iscritto al Movimento 5 stelle. È un Comune con venti miliardi di debiti e un dipendente indagato ogni quattro”.

Di Maio è anche intervenuto sullo stadio della Roma spiegando che il tema andrà affrontato “con un assessorato in piedi”. “Noi in campagna elettorale abbiamo detto che lo stadio della Roma andava fatto, e in questo momento e’ un nostro obiettivo. Ci sono delle trattative in corso tra il Comune e la societa’ per stabilire come vada fatto”.

Sulla giunta Raggi, poi, Di Maio ha aggiunto che a Roma non si può parlare “nè di dramma nè di fallimento”. “Quando si sbaglia in buona fede si chiede scusa e si riparte”, ha detto Di Maio sottolineando che “nulla che riguardi Roma è normale”. “Le squadre si devono tenere pronte prima delle elezioni, questo mi ha insegnato la storia di Roma e noi la squadra di governo la diremo prima. Devono farlo anche gli altri partiti”, spiega il vicepresidente M5S della Camera. “Questo – riconosce – permette di collaudare squadre che poi magari possono perdere pezzi.

Di

Maio poi, rispondendo a chi gli chiedeva se il M5S fosse in sofferenza a causa delle vicende legate alla Capitale, ha spiegato: “La campagna dell’ultima settimana è stata vergognosa, e contro la sindaca Raggi è poi sfociata con il titolo di Libero che non voglio ripetere. Avrebbe sfiancato anche un toro, figuriamoci i nostri elettori. Ci hanno fatto passare per corrotti ma io mi sono rifiutato che le parole corruzione e M5s siano nello stesso titolo”.

es_ES
it_IT
en_US