Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
12 giu

Roma, dopo la strage di Orlando il Gay Village aumenta la sicurezza

“Solidarietà alle vittime ma non torniamo indietro, continueremo a essere visibili: il Gay Village andrà avanti come sempre perché, noi, pensiamo alla sicurezza da 15 anni”, dice chiaramente Imma Battaglia del consiglio di amministrazione della manifestazione arcobaleno tra le più famose in Europa. E il suo pensiero, ovviamente, va alle vittime del Pulse, il locale gay di Orlando.

Il mondo Lbtgi non si ferma, dunque, ma nel mega locale dell’Eur, l’attenzione è alta (anche alla luce dell’allerta terrorismo degli ultimi mesi) dopo la strade di Orlando. Tanto che gli uomini della sicurezza che presidiano il Gay Village sono passati da 45 a 60. “Non siamo mai stati così tanti – ha spiegato uno dei due addetti alla sicurezza che presidiano il villaggio 24 ore su 24 anche quando è chiuso al pubblico e che diventano tre durante la notte – gli anni scorsi eravamo 40-45, poi siamo diventati 50 e ora siamo arrivati a quota 60. In questo modo anche noi che ci lavoriamo, siamo più sicuri”.

Come sono aumentati i metal detector, passati da due a tre. “Sono più che sufficienti tre – aggiungono dalla sicurezza – anche perché l’ingresso è uno solo, gli spettacoli al Gay Village sono iniziati da due settimane e da allora lo utilizziamo per controllare i clienti, soprattutto per evitare che entrino nel club bottiglie di vetro che in caso di rissa possono diventare vere e proprie armi”.

“Sicuramente il Gay Village non lo chiuderemo – ha aggiunto Vladimir Luxuria, una delle madrine dell’evento – perché significherebbe darla vinta a chi vuole farci vivere nel terrore, ma siamo freddi e consapevoli. Abbiamo anche la volontà di andare

contro la legge, perché la legge ci impedisce di fare perquisizioni a tutti quelli che entrano, che invece noi perquisiremo, nonostante i divieti”.

Intanto a partire dal tramonto, il Gay Village sarà illuminato dalla proiezione del nastro solidale che richiama i colori arcobaleno e la tragedia di Orlando, in segno di solidarietà per le vittime del Pulse, il locale gay dove sono state uccise 49 persone e ferite 50.

es_ES
it_IT
en_US