Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
2 lug

Roma, Equitalia: debiti rateizzati e pagamenti personalizzati. Arriva la cartella ‘amica’

Si chiama “cartella amica” e prevede la possibilità di spalmare il proprio debito in rate personalizzate da un minimo di un anno a un massimo di sei, scegliere la formula di pagamento più congeniale e comunicarla con una raccomandata. Tutto con una lettera recapitata a casa o un semplice clic online. È l’ultimo progetto del nuovo corso di Equitalia, che nelle prossime settimane invierà più di 22mila cartelle a Roma, oltre duemila a Latina e Frosinone, 600 a Viterbo e 300 a Rieti. In tutto quasi 300mila in Italia di cui 28mila nel Lazio.

Il progetto è riservato ai debiti che vanno da 600 a 50mila euro e le cartelle conterranno un modulo nel quale il destinatario dovrà indicare la soluzione di pagamento preferita, con il numero delle rate e la consistenza delle quote. Un esempio? Un debito di 3.600 euro può essere pagato in 6 anni con una rata mensile di 50 euro, oppure con un piano a 12 rate di 300 euro; per comunicare la propria scelta è sufficiente una mail certificata o una raccomandata via posta. In sostanza non è più necessario recarsi agli uffici di Equitalia. “Vogliamo ridurre al minimo e rendere semplice la burocrazia – spiega l’amministratore delegato di Equitalia Ernesto Maria Ruffini – dialogare con la società è un’ulteriore occasione per mettersi in regola”.

Non solo: la mission del progetto è offrire un piano personalizzato, chiaro e di facile comprensione. “A volte quando arriva una busta col logo Equitalia – spiega Ruffini – l’impatto può essere molto negativo e non conoscere gli strumenti che vengono incontro al contribuente può provocare angoscia e confusione. Per questo la cartella è uno strumento semplice per stabilire un piano e poter pagare a rate il proprio debito”. Il progetto è uno step del nuovo corso di Equitalia che nei mesi scorsi ha preso iniziative come la sospensione del pagamento delle quote durante il periodo natalizio e la settimana

di ferragosto, la riduzione della rata minima mensile da 100 a 50 euro o lo stop al fermo amministrativi per chi decide di rateizzare il proprio debito: sono i segnali con cui l’agenzia vuole creare un nuovo rapporto, più semplice e diretto, con i contribuenti. E i risultati si vedono: nelle casse di Equitalia sono entrati nel 2015 più di 8 miliardi, oltre l’11% rispetto al 2014, di cui non a caso la metà ottenuti grazie a piani di rateizzazione.

es_ES
it_IT
en_US