Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
21 feb

Roma, Giacomo Balla; un’onda di luce alla Galleria d’arte moderna

Allestita nei piani soppalcati del palazzo, la mostra – dal titolo “Un’onda di luce” (Galleria nazionale, via Belle Arti 131, fino al 26 marzo) – conta 32 quadri dell’artista torinese trapiantato a Roma, più una decina di piccole opere e stampe tra cui campeggia il Manifesto del Futurismo. Salendo le scale si viene letteralmente investiti dalla luce: complici i lucernari e l’esaltazione vitalistica del colore di opere come “Forme grido viva l’Italia”(1915) e “Futurrealtà”( 1917). Nella seconda sala si torna al divisionismo del primo decennio del ‘900 (che vede il massimo capolavoro del maestro nel polittico “Villa Borghese”, nel quale ci si imbatte all’uscita della mostra), ecco il ritratto della figlia e il look bianco e nero, quasi fotografico, del trittico “Affetti”. Le cornici diventano parte integrante del quadro e nel caso di “Frecce della vita”, riportano tutt’attorno il titolo dell’opera. Nella “Bionbruna” (1926), donna dalla lunga collana di perle investita di fasci di luce, si percepisce il desiderio di un ritorno al figurativo, che segnò l’ultima fase del pittore morto nel 1958. L’ultima tranche di opere sono un omaggio ai paesaggi di Roma e soprattutto alla sua famiglia.(arianna di cori)

es_ES
it_IT
en_US