Largo Brindisi, 18 - 00182 Roma - Tel. +39 06.70476902 - +39 338.6867391 - casamartinezroma@gmail.com

Single Blog Title

This is a single blog caption
28 nov

Roma, gli ambulanti in piazza contro la Bolkestein: “Non siamo tutti Tredicine”

I fruttivendoli dei mercati rionali, chiusi per sciopero, accanto a tanti ambulanti di Roma e provincia: oltre mille in piazza della Repubblica per l’ennesima manifestazione contro la direttiva europea Bolkestein (impone ai Comuni la messa a bando delle concessioni di vendita su suolo pubblico entro maggio). “Non siamo tutti Tredicine”, recitano i cartelli dei commercianti. “I camion bar non c’entrano nulla – dice Vittorio Baglioni, il segretario provinciale della Cisl ambulanti di Roma – qui rischiano di spazzare via l’intero comparto del commercio su strada di Roma e provincia”.

I commercianti aspettano un incontro con un esponente del governo. Obiettivo immediato posporre la pubblicazione dei bandi di concorso al 31 dicembre 2020. “Il 3 novembre scorso abbiamo avviato un tavolo al ministero dello Sviluppo economico, ma che finora non ha prodotto risultati concreti- aggiunge Baglioni – Basterebbe una circolare dell’Anci per tamponare la situazione, considerato anche che alcuni comuni della provincia di Roma hanno già pubblicato i bandi e hanno i comunicato alla categoria la scadenza dei termini per la presentazione delle domande”.

Ad appoggiare la protesta l’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, Francesco Storace, Maurizio Gasparri, Stefano Fassina di Sinistra Italiana. Si attende però

un esponente del governo. “Rimarremo in piazza in attesa che che qualcuno venga a dare risposte alla categoria – assicura Luca Paolucci, dell’associazione sindacale commercianti italiani – il tavolo per ora non ha dato risposte”. Nel giorno della protesta a oltranza, hanno chiuso tanti mercati rionali romani: Testaccio, San Giovanni di Dio e via Niccolini a Monteverde, piazza Vimercati, Alberone, Valmelaina, piazza Cipro. Chiusure anche a Ladispoli, Acilia.

es_ES
it_IT
en_US